Salvini
|

Salvini abbraccia Berlusconi a Trieste: «Il voto in Friuli sarà una sberla al M5S»

Matteo Salvini ha chiuso la sua campagna elettorale per le elezioni regionali in Friuli Venezia-Giulia che si svolgeranno domani domenica 29 aprile con un abbraccio con Silvio Berlusconi.

 

Salvini abbraccia Berlusconi a Trieste: «Il voto in Friuli sarà una sberla al M5S»

Il segretario della Lega e il presidente di Forza Italia si sono incrociati nel centro di Trieste, e hanno bevuto assieme in un tavolino dell’Harry’s Cafè, uno dei locali più esclusivi del capoluogo della regione. La foto dell’abbraccio con Salvini è stata pubblicata sul profilo Twitter  e sulla pagina Facebook di Silvio Berlusconi, con questo messaggio:«E alla fine… prima della mezzanotte Matteo Salvini ed io ci siamo ritrovati nella più bella piazza d’Italia con le nostre squadre… Sarà un successo!#FedrigaPresidente».

Salvini

All’incontro tra Salvini e Berlusconi ha candidato anche il candidato presidente del Friuli Venezia-Giulia, Massimiliano Fedriga, grande favorito per le elezioni regionali di domani. La foto tra i due leader dei principali partiti del centrodestra ha chiuso con una immagine di armonia una campagna elettorale segnata dalle divisioni sulle scelte politiche. Salvini vuole governare col M5S, mentre Berlusconi ha fatto di tutto per rendere ancora più inconcialiabile Forza Italia con i Cinque Stelle.

LEGGI ANCHE> ALFIE EVANS È MORTO

Il leader della Lega spera che dopo l’inattesa sconfitta in Molise in Friuli Venezia-Giulia l’M5S possa subire una sconfitta ancora più netta del previsto. «Il voto in Friuli sarà una sberla che li renderà meno presuntuosi e più capaci di ascoltare anche le ragioni degli altri. Una forte affermazione della Lega in Friuli renderà tutti, almeno spero, più consapevoli che la nostra coalizione ha un leader forte e riconosciuto e quel leader è stanco, come tutti gli italiani, dei troppi paletti piantati sul terreno e vuole suboto a governare», scrive il Gazzettino riportando le dichiarazioni di Salvini in merito al voto di domani.