natale regno unito
|

Quali sono le tradizioni di Natale nel Regno Unito

Su Vologratis si parla delle curiosità legate al Natale nel Regno Unito. Differenti rispetto a quelle italiane.

Nel Paese di Sua Maestà la Regina Elisabetta II il Natale è particolarmente sentito da grandi e da piccini. Tutto ha inizio con l’accensione delle luci per le strade delle grandi città (v. mercatini di Natale di Londra) che coincide con il momento in cui i bambini iniziano a scrivere le letterine per Father Christmas.

La sera del 24 dicembre i più piccoli lasciano una calza appesa per Father Christmas, possibilmente accanto al camino, e per ringraziarlo dei regali gli lasciano anche un bicchiere di latte e un biscotto chiamato Mince Pie (una tortina di pasta frolla o pasta sfoglia ripiena di frutta secca, noci, spezie e un po’ di liquore), e una carota per la renna Rudolph.

La sera della Vigilia è buona cosa accendere un ceppo nei camini, che deve ardere il più possibile, e del quale ne verrà conservato un pezzo fino all’anno successivo come buon auspicio.

Il 25 dicembre ci si raduna tutti intorno all’albero e si scartano i regali. Si consuma poi un ricco pranzo in famiglia con l’immancabile tacchino ripieno e per dolce il Christmas Pudding a base di uova, mandorle, frutta candita, spezie e un pochino di rum, o la Christmas Cake a base di frutta e marzapane.

Ogni partecipante al pranzo di Natale trova poi sul piatto il Christmas Cracker, un tubo di carta attorcigliato come una caramella che deve essere scartato secondo un rituale ben preciso. Si incrociano le braccia tenendo con la mano destra il proprio cracker e tirando con la sinistra l’estremità di quello del proprio vicino. All’interno del Christmas Cracker c’è di solito uno scherzo o un gingilletto.

Il pranzo termina di norma intorno alle 15 quando la Regina pronuncia un discorso in tv.

Alle 18 viene servito il tea e tutti si rimettono a tavola per il secondo round di degustazioni.

Il giorno di Santo Stefano i britannici non si rimettono a tavola per un’altra abbuffata come succede in molte delle nostre case, ma celebrano il Boxing Day in cui si scambiano regali tra amici e conoscenti del quartiere, e in cui tutti escono a fare shopping.

Ma quando viene addobbato l’albero di Natale? La tradizione più ferrea vuole che non resti in casa per più di 12 giorni, quindi molti lo preparano il giorno prima della Vigilia e lo tolgono prima dell’Epifania.

 

(In copertina una foto di un addobbo di Natale in un negozio di Londra con riflessa la bandiera nazionale ed un abete. GIULIA MUIR/ANSA/DEF)

(articolo sponsorizzato)