La richiesta al migrante arrestato per terrorismo a Napoli: lanciarsi con un’auto sulla folla

di Redazione | 26/04/2018

parioli

Un migrante del Gambia di 21 anni, Alagie Touray, è stato arrestato a Napoli nel corso di un’operazione antiterrorismo condotta congiuntamente da Polizia di Stato e Carabinieri. Dalle indagini coordinate dalla Procura della città partenopea è emerso il progetto di un attentato. L’uomo aveva chiesto asilo politico ma la pratica per la concessione era ancora in fase di valutazione.

Un migrante del Gambia arrestato per terrorismo a Napoli

L’immigrato gambiano fermato con l’accusa di terrorismo avrebbe ammesso di aver ricevuto la richiesta di lanciarsi con un’auto sulla folla. Il 21enne era sbarcato a Messina con altre centinaia di migranti il 22 marzo 2017. Da un anno risiedeva a Pozzuoli, in provincia di Napoli.

In un video il giuramento di fedeltà al califfo Al Baghdadi

A carico del presunto terrorista islamico c’è anche un video in cui il giovane giura fedeltà al califfo Al Baghdadi. Il filmato è stato pubblicato su Telegram, e sempre tramite l’app di messaggistica Telegram il 21enne avrebbe ricevuto la richiesta di lanciarsi sulla folla a bordo di un’auto. L’uomo è stato fermato all’uscita della moschea di Licola, altro comune in provincia di Napoli.

La richiesta di lanciarsi sulla folla a bordo di un’auto

Il migrante non intendeva dar corso alla richiesta, giuntagli attraverso Telegram, di compiere un attentato lanciandosi sulla folla a bordo di un auto. È quanto lo stesso giovane ha detto agli inquirenti dopo essere stato fermato. In una conversazione in chat Touray chiedeva ai confratelli islamici di pregare per lui. «Sono in missione», scriveva.

(Foto generica da archivio Ansa)

TAG: Terrorismo