La Russia alimenta le fake news sull’attacco chimico in Siria rilanciando immagini prese da un set cinematografico

di Redazione | 24/04/2018

Siria

La tv di Stato della Russia ha usato immagini tratte dal set di un film girato da un regista siriano per avallare l’ipotesi che il presunto attacco chimico del 7 aprile scorso non sia mai avvenuto. O meglio, che non abbia causato tutte quelle morti essendo di fatto una messinscena.

LEGGI ANCHE > La Russia farà entrare gli ispettori delle armi chimiche a Douma

Le scene del film risalgono al 2016 e non hanno nulla a che fare con la città di Douma.

Come riporta il Moscow Times, il sito Snopes (specializzato in false notizie) ha già fatto un’operazione di debunking su questa vicenda. Evidentemente non ha portato i risultati sperati.

Un candidato repubblicano al Congresso degli Stati Uniti, Dean McGonigle, è incappato in questa vera e propria fake news.

I politici occidentali e la stampa stanno ignorando le prove evidenti che non ci sia stato nessun attacco nella città siriana di Douma“, ha dichiarato una giornalista dell’emittente Channel One domenica 22 aprile.

Non è la prima volta che la Russia “casca” in questo tranello. Già nel 2013 erano state diffuse degli screen presi da un videogioco per denunciare le azioni americane in Afghanistan.

TAG: Siria