scuola
|

Guarda porno sul computer, picchia l’alunna disabile e maltratta i compagni. Arrestato un insegnante di sostegno

Un insegnante di sostegno è stato condannato agli arresti domiciliari per avere imposto sofferenze fisiche e morali alla minore di 9 anni, disabile motoria e cognitiva, che seguiva. Succede a Ruoti, in provincia di Potenza.

LEGGI ANCHE > Il bullo di Lucca parla a Le Iene: «Ho ricevuto minacce di morte su Instagram»

La vicenda non si esaurisce qui. Inoltre il “maestro” avrebbe anche preso a schiaffi i compagni della bambina e minacciato punizioni per non riferire che in classe, in assenza delle maestre, si intratteneva guardando sul computer contenuti pornografici.

Le indagini sono state ricostruite dai carabinieri del Nucleo investigativo di Potenza, coordinata dalla Procura locale. La segnalazione è stata lanciata dalla stessa bambina, che pur di non dovere andare a scuola per subire i maltrattamenti dell’insegnante scoppiava a piangere.

In seguito i compagni hanno confermato la versione dell’alunna e hanno denunciato la scabrosa abitudine dell’uomo. Lo stesso maestro era stato preso di mira dalla classe intera, che in un tema proposto da una maestra aveva denunciato i comportamenti dell’insegnante.

Alla bambina è stato offerto l’aiuto di un’esperta in psicologia infantile.