Tacconi
|

L’ex portiere della Juventus Stefano Tacconi: «Buffon doveva spaccare la faccia all’arbitro»

Il frame è sempre quello: tutti contro l’arbito di Real Madrid-Juventus Michael Oliver, incluso l’ex portiere della squadra bianconera Stefano Tacconi.

LEGGI ANCHE > Il giornalista Mino Taveri mostra delle banconote e viene espulso dal Bernabéu | VIDEO

Il numero 1 della Juventus dal 1983 al 1992, in un’intervista rilasciata a Rmc Sport, ha dichiarato: “Fossi stato in Buffon? Sapendo di smettere, avrei spaccato la faccia all’arbitro. Sarebbe stata la grande fine di una carriera stupenda. Non puoi dare un rigore così al 95′. Psicologicamente tutti sono in tensione e non puoi dare un rigore così“.

Tacconi non ha evidentemente mandato giù il dubbio rigore con cui Cristiano Ronaldo ha condannato Buffon e compagni. Ma le sue invettive sulla direzione di gara hanno riguardato anche il designatore degli arbitri Pierluigi Collina, reo di avercela sempre coi bianconeri, addirittura dal 2000 in quel famoso Perugia-Juventus e la clamorosa papera di Van Der Sar. “Hanno deciso a tavolino che la Juve doveva essere eliminata – ha proseguito l’ex calciatore – e così hanno apparecchiato la tavola per servire questa beffa: così non si fa, è un grave danno di immagine per il calcio. Tutta colpa di Collina, se ne dovrebbe andare aff…. È ovvio che il fatto che lui sia il capo degli arbitri a livello internazionale crei imbarazzo alle squadre italiane. Poi lui con la Juve ce l’ha in modo particolare, basti ripensare a quello che è successo a Perugia nel 2000. Rivedendo gli episodi faccio fatica a non capire perché Cristiano Ronaldo non sia stato espulso, così come non mi spiego la presenza di Sergio Ramos in panchina. È stato uno schifo, un vero schifo”.

Un’ultima riflessione è dedicata a chi ha gioito per l’uscita di scena della Juventu: “Quando ha vinto la Roma, tutte le squadre italiane a complimentarsi. Quando perde la Juve, sono tutte contro e questo mi dispiace molto“. Amen.

(Foto credits: Ansa)