Abebe Bikila Roma Appia Run
|

Alla Roma Appia Run partecipa anche il defunto Abebe Bikila: gaffe del Comune di Roma

La Roma Appia Run è un appuntamento ormai tradizionale per i runner della Capitale e non solo. Cinque pavimentazioni diverse (unica corsa al mondo a presentare questa particolare caratteristica), versione per 13 e per 4 chilometri in base agli iscritti, un panorama mozzafiato sullo sfondo. Oltre, ovviamente, a un sacco di iniziative di solidarietà. Una festa per Roma, grazie a un evento estremamente famoso e conosciuto. Qualcuno, però, ha voluto esagerare ancora di più per aumentare il fascino della manifestazione sportiva e sul sito ufficiale del Comune di Roma ha annunciato la presenza di Abebe Bikila.

LEGGI ANCHE > Olimpiadi di Roma 1960: 4 performance che hanno fatto la storia, da Cassius Clay a Livio Berrutti

Abebe Bikila Roma Appia Run, la gaffe clamorosa del Comune di Roma

Peccato che il campione olimpico della maratona – memorabile il suo arrivo al primo posto a Roma 1960 a piedi scalzi, ma anche il suo bis quattro anni dopo ai Giochi di Tokyo 1964 – sia morto nel 1973. Una gaffe imperdonabile che è stata immediatamente segnalata da giornalisti, blogger e utenti sui social network.

Tra i primi a diffondere lo screenshot del clamoroso errore c’è il giornalista dell’Huffington Post Pietro Salvatori via Twitter. Nel testo, infatti, c’era scritto: «Guest star il campione olimpico della maratona del 1960, l’ottantaseienne Abebe Bikila che correrà insieme ai partecipanti».

Abebe Bikila Roma Appia Run, come nasce la gaffe

Il comunicato stampa sul sito del Comune di Roma – che annunciava l’appuntamento della Roma Appia Run per domenica prossima, 15 aprile – è stato immediatamente corretto e sostituito con una versione diversa. Ma ormai la gaffe era diventata già virale.

All’origine dell’errore – con ogni probabilità – un fraintendimento del comunicato ufficiale della Roma Appia Run, in cui – per sottolineare il fascino della manifestazione – si leggeva: «una gara da correre insieme al mito di Abebe Bikila che su questi sampietrini e sul basolato lavico dell’Appia Antica vinse la Maratona Olimpica del 1960». Un richiamo storico che qualcuno, negli uffici stampa del Comune, deve avere attualizzato. Disturbando la memoria di uno dei simboli dell’atletica leggera mondiale.