|

Hanno liberato il cane Miro. La padrona Eva: «Grazie a voi è a casa»

Emesso il provvedimento di dissequestro per il cane Miro, sequestrato lo scorso marzo dopo alcune querele da parte di un vicino di casa che si è lamentato per l’eccessivo abbaiare notturno Ora potrà tornare a casa.

LEGGI ANCHE > CONSULTAZIONI PER IL GOVERNO, I LEADER DI PARTITO DI NUOVO AL QUIRINALE | LIVE

L’annuncio di Eva Munter, la proprietaria del cane, attraverso la piattaforma change.org è riuscita a raccogliere oltre 240 mila firme.

Non è stato facile, ma abbiamo vinto. E quando dico “abbiamo vinto” intendo io, Miro, la mia famiglia e tutte le 242.851 persone che hanno sottoscritto e diffuso questa petizione, perché senza di voi questa battaglia non si sarebbe nemmeno combattuta. Sono state le vostre voci che hanno permesso alla mia di farsi ascoltare. Credo che l’incredibile risonanza che ha avuto questa petizione mostri soprattutto una cosa: chi possiede un animale domestico sente la necessità di essere maggiormente tutelato. Questo non significa dare agli animali domestici gli stessi diritti degli uomini, significa dare agli animali domestici dei diritti che tengano in considerazione la loro sensibilità, i loro sentimenti e i sentimenti dei padroni che li hanno resi parte della loro famiglia. Perché come è indubbio che gli uomini vengono prima degli animali, dovrebbe essere ancora più scontato che gli animali vengono prima di qualsiasi oggetto inanimato. La legge deve cambiare, speriamo che lo faccia. Grazie ancora per tutto il vostro sostegno e il vostro continuo supporto