romantada
|

«Romantada»: i giallorossi fanno impazzire anche i giornali stranieri

La straordinaria vittoria della Roma per 3 a 0 sul Barcellona che vale per i giallorossi uno storico accesso alle semifinali di Champions League fa impazzire anche la stampa straniera. «Romantada» è ad esempio il grande titolo su tutta la prima pagina del quotidiano francese L’Equipe. La parola in bianco compare sullo sfondo di Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi che esultano. «Notte magica a Roma» è poi il titolo del pezzo a pagina 2. «Gli italiani – si legge sul giornale sportivo – hanno realizzato l’impossibile: recuperare lo svantaggio di tre gol contro un Barcellona imbattuto nella Liga e in Champions questa stagione, e che veniva considerato ermetico». L’Equipe ha scelto anche un gioco di parole per il titolo di un pezzo dedicato a Dzeko: «Il giardino di Edin», «Un gol, un rigore provocato e una montagna di tentativi: Dzeko è stato monumentale».

 

romantada
(La prima pagina de L’Equipe dell’11 aprile 2018)

 

Roma-Barcellona sui giornali sportivi stranieri, L’Equipe: «Romantada»

Ma tutti i giornali europei oggi esaltano in prima pagina l’impresa della Roma, mettendo anche in risalto il fallimento di Leo Messi e compagni, protagonisti di una pessima prestazione. Lo spagnolo Marca fa un accostamento tra il fallimento del Barcellona e quello di Pep Guardiola con il Manchester City e titola »Fracaso total en Europa» con la parte alta dedicata alla foto dei giocatori attoniti e la parte bassa all’allenatore che si tiene la testa tra le mani.

 

 

«Barcellona e City cadono incredibilmente nei quarti di finale», si legge. E ancora: «Nessuno dimenticherà mai la notte in cui il Barça di Messi è stato eliminato dalla Champions League a Roma sprecando il 4-1 dell’andata. Il 3-0 all’Olimpico fa già parte della storia nera del club». Sport, quotidiano sportivo spagnolo che esce a Barcellona, parla di «Fallimento senza scusanti». As invece titola «Batacazo Culé» e dice che la «Roma è stata migliore del Barça dall’inizio alla fine».

(In copertina la prima pagina de L’Equipe dell’11 aprile 2018)