torino bambina
|

Il marito aiuta la moglie a partorire parlando al telefono con il 118

Sembra una scena da film. Ma non lo è affatto. In provincia di Pavia, a Gropello Cairoli, una donna ha partorito con l’aiuto del marito, che nel frattempo si faceva guidare al telefono dal personale 118. L’uomo aveva chiamato per chiedere un’ambulanza quando sua moglie stava aveva per partorire, ma non c’era tempo necessario per attendere un soccorso. A quel punto ha deciso di assistere durante il parto, in casa, seguendo le istruzioni che il personale medico gli dettava al telefono. È stato quindi un parto davvero straordinario. Per fortuna tutto è andato per il meglio e la coppia può godersi la gioia della nascita del piccolo Gabriele.

Pavia, marito aiuta la moglie a partorire mentre parla al telefono con il 118

La donna era all’ottavo mese di gravidanza. Quando ha iniziato ad avere le contrazioni il marito non ha esitato ad allertare l’ambulanza, che è partita subito ma che sarebbe arrivata comunque in ritardo. Nell’arco di pochi minuti infatti l’uomo ha richiamato il 118 spiegando che il bimbo stava per venire alla luce e probabilmente non c’era abbastanza tempo per l’intervento dei medici. A quel punto hanno cominciato a dare telefonicamente tutte le indicazioni del caso. Il marito ha fatto partorire la moglie con successo, seguendo passo per passo le istruzioni. Gabriele pesa tre chili, è sanissimo e sta benissimo proprio come sua mamma. madre e figlio si trovano al Policlinico San Matteo di Pavia, dove sono stati accompagnati da automedica e ambulanza di Garlasco.

(Foto generica da archivio Ansa)

TAG: Pavia