Viktor Orban
|

Viktor Orban fa litigare M5S e Salvini

Viktor Orban ha trionfato alle elezioni legislative dell’Ungheria, assicurandosi il quarto mandato, il terzo consecutivo, da premier. Il suo partito, Fidesz, formazione di destra nazionalista anche se affiliato in Europa al più moderato Ppe di Angela Merkel e Jean-Claude Juncker, ha ottenuto il 49% dei voti, conquistando circa il 66% dei seggi.

Viktor Orban fa litigare M5S e Salvini

La legge elettorale dell’Ungheria assegna il 54% dei seggi nei collegi maggioritari, e il restante 46% in un voto proporzionale di lista, un modello misto simile al Mattarellum. Viktor Orban si è riconfermato trionfalmente grazie a una nuova campagna elettorale dominata dal contrasto radicale all’immigrazione e alla difesa della società ungherese dai rischi provocati dagli stranieri e dall’Islam in particolare. Un successo che secondo molti osservatori rafforzerà il nazionalismo sovranista in altri Paesi europei, in particolare all’Est.

LEGGI ANCHE> ADRIANO CELENTANO: APPELLO A MATTEO RENZI PER FARE UN GOVERNO CON DI MAIO

Orban è diventato in questi anni, in particolare dopo il suo conflitto con Angela Merkel durante la crisi dei migranti del 2015, un modello per la destra nazionalista anche in Italia. Matteo Salvini e Giorgia Meloni l’hanno spesso esaltato e citato come fonte di ispirazione per il loro contrasto all’attuale UE. I due leader di Lega e Fratelli d’Italia hanno esultato per il nuovo trionfo di Viktor Orban. «L’Ungheria ha votato con il cuore e con la testa, ignorando le minacce di Bruxelles e i miliardi di Soros.Buon lavoro presidente Orbán, spero di incontrarla presto da Presidente del Consiglio italiano» ha scritto Salvini sul suo profilo Facebook.

Toni riecheggiati da Giorgia Meloni, che sul suo profilo ha pubblicato anche una foto che la ritrae assime a Viktor Orban: «I patrioti europei festeggiano la conferma di Viktor Orban alla guida dell’Ungheria. Difesa dell’identità, lotta all’islamizzazione forzata, contrasto alla speculazione finanziaria e al globalismo: è il modello che Fratelli d’Italia vuole seguire anche in Italia».

Giorgia Meloni non vuole governare col M5S, a differenza di Matteo Salvini, che difficilmente avrà gradito la durissima critica a Viktor Orban fatta dal vicepresidente del Parlamento UE Fabio Massimo Castaldo. L’europarlamentare, in una intervista al Messaggero di oggi, definisce Orban un premier che ha più volte calpestato i diritti umani in Ungheria, e che ha posizioni inaccettabili sull’immigrazione, rivendicando la richiesta di aprire una procedura di infrazione contro di lui fatta dal M5S.