Sanremo 2019
|

Antonio Ricci sfotte Claudio Baglioni per il botox e i fascisti dopo la querela

Antonio Ricci ha preso di nuovo in giro Claudio Baglioni dopo che il cantante e uomo TV l’aveva querelato per un’intervista concessa alcune settimane fa, in cui il creatore di Striscia la Notizia aveva pesantemente ironizzato sull’artista.

Antonio Ricci sfotte Claudio Baglioni per il botox e i fascisti dopo la querela

«Il botulino gli intoppa i ragionamenti nel cervello» e  Baglioni «cantante preferito dei fascisti. In uno spettacolo dissi anche che gli avrei tirato una molotov. Ora se gli dai fuoco si sparge odore acre di plastica che semina diossina in tutto il Paese» erano stati i passaggi più duri dell’intervista al Corriere della Sera, che Claudio Baglioni ha ritenuto diffamatori.

LEGGI ANCHE > UN GENITORE HA PICCHIATO UN PROFESSORE IPOVEDENTE: RICOVERATO PER EMORRAGIA CEREBRALE

La procura di Roma ha aperto un’indagine su Ricci dopo la querela del cantante, ma al Corriere della Sera l’autore TV si è mostrato tranquillo, confermando tutte le cose che aveva detto alla stessa testata un paio di mesi fa.

Antonio Ricci
Italian singer and Sanremo Festival artistic director Claudio Baglioni poses before the press conference to present the 68th Sanremo Italian Song Festival in Sanremo, Italy, 11 February 2018. The festival will run from 06 to 10 February. ANSA/CLAUDIO ONORATI

«La querela è la riprova del “piccolo grande amore” con cui ha affascinato tanto i fasci. Non mi pento e confermo tutto quello che ho detto sulla melensa creatura che trasuda Baci Perugina da ogni poro, contestualizzato negli anni Settanta, gli Anni di piombo. Per quanto riguarda le overdose da botox, dimostrerò scientificamente in tribunale che quando bacia la fidanzata ciuccia botulino», ha detto Antonio Ricci in un virgolettato riportato in un articolo di Renato Franco sul Corriere della Sera di oggi.