Stranger Things
|

Stranger Things è stata accusata di plagio

La famosissima serie di Netflix Stranger Things è stata accusata di plagio dal regista Charlie Kessler, autore del cortometraggio Montauk presentato nel 2012 all’Hamptons International Film Festival.

LEGGI ANCHE > La terza stagione di Stranger Things debutterà non prima del 2019

I due prodotti si ispirano alla stessa opera: “The Montauk Project: Experiments in Time”, libro dell’autore Preston Nichols uscito nel 1992.

Nel citare in giudizio la serie, Kessler ha motivato così la sua scelta: “Dopo l’incredibile successo di “Stranger Things”, che è basata su idee del querelante e che dal querelante sono state discusse con gli imputati, gli imputati hanno guadagnato enormi somme di denaro producendo una serie basata sulle idee del querelante senza però compensare o citare il querelante per le stesse“.

I fratelli Duffer, creatori di Stranger Things, non hanno voluto commentare la vicenda, così come la stessa Netflix. I commenti su Youtube, tuttavia, hanno già espresso il loro giudizio respingendo al mittente le accuse di plagio.

L’utente Ian Alekzander ha commentato “se questo è veramente il cortometraggio di cui Stranger Things è accusata… non so cos’altro dire. Charlie Kessler… goditi i tuoi 15 minuti di celebrità e gli articoli. Hai messo in scena accuse ridicole per cercare di ottenere dei fondi per i tuoi progetti. Ma lascia cadere la maschera. Signore, abbi pietà. Siamo così felici in questo paese“.

Più ironico è stato l’account The Exiled Draco: “Diamine, noto la somiglianza! Qua ci sono delle persone! Caso chiuso!

(Foto credits: Youtube)