Claudio Amendola
|

Claudio Amendola rilancia: Matteo Salvini miglior politico degli ultimi trent’anni

Claudio Amendola ha risposto con una lettera inviata al Corriere della Sera al commento di Aldo Grasso che aveva ironizzato sul suo apprezzamento per Matteo Salvini. L’editorialista della testata aveva preso in giro l’attore per aver definito il leader leghista come il miglior politico degli ultimi 20 anni, mettendo in contrasto la sua reiterata fede comunista e il suo disprezzo per Salvini attaccato come un razzista nel 2015 rispetto alle dichiarazioni all’Aria che Tira.

Claudio Amendola rilancia: Matteo Salvini miglior politico degli ultimi 30 anni

Claudio Amendola risponde al sarcasmo di Aldo Grasso dicendo di essersi sbagliato, ma per difetto. «Quando ho detto che Salvini è il miglior politico degli ultimi venti anni ho sbagliato, avrei dovuto dire degli ultimi trenta», ribadisce l’attore, spiegando come dal 1988 a oggi la sinistra sia evaporata, sia nato un partito azienda (Forza Italia) così come un movimento anti politico che hanno intercettato molti consensi, e ciononostante il leader della Lega è riuscito a trasformare un partito regionale in crisi in una forza nazionale decisiva per il governo.

LEGGI ANCHE > IL DEPUTATO M5S BATTELLI SPIEGA PERCHÉ HA LASCIATO GLI STUDI: «A 17 ANNI UNA DIAGNOSI SBAGLIATA»

«In questo panorama Salvini ha preso un partito regionale, ai margini della scena politica, gravato da scandali e appesantito da un disprezzo diffuso e lo ha trasformato in un partito nazionale che governa le più ricche e produttive regioni italiane, ha conquistato la leadership della sua coalizione e si presenterà davanti al presidente della Repubblica, forse, per avere l’incarico di governo. Faccio fatica a trovare un politico che negli ultimi trenta anni abbia fatto altrettanto», rimarca Claudio Amendola.

 

L’attore critica Aldo Grasso perché ha trattato la sua riflessione come se fosse un’indicazione di voto, mentre in realtà all’Aria che Tira Amendola aveva ribadito di aver votato a sinistra, scegliendo Liberi e Uguali.  «Le faccio un esempio di natura calcistica, se dicessi che la Juventus è la squadra più forte degli ultimi 7 anni, potrei essere tacciato di essere uno juventino?», chiede retoricamente Claudio Amendola nella parte finale della sua lettera al Corriere della Sera.

Foto copertina:  ANSA/GIUSEPPE LAMI