La maggioranza degli elettori di M5S e Lega vuole Di Maio insieme a Salvini al governo

di Redazione | 31/03/2018

Di Maio

Di Maio al governo con Salvini, senza Berlusconi. Questa è l’opinione degli elettori M5S rilevata dal sondaggio di Ipsos commissionato dal Corriere della Sera di sabato 31 marzo. A quasi un mese dalle elezioni politiche l’istituto democoscopico di Nando Pagnoncelli rileva un rafforzamento di Cinque Stelle e Lega Nord, cresciuti rispettivamente di 1,2% e 1,8% punti rispetto alla percentuale ottenuta nelle urne.

La maggioranza degli elettori di M5S e Lega vuole Di Maio insieme a Salvini al governo

Il rafforzamento dei partiti vincitori è piuttosto tipico dopo le elezioni, mentre ha pià rilievo nell’attuale fase di stallo politico comprendere gli orientamenti sulle alleanze più gradite per dar vita a un governo. La più apprezzata, sia tra tutti gli elettori che tra quelli di M5S e Lega, è l’intesa tra Di Maio e Salvini. Il 58% degli elettori dei Cinque Stelle vorrebbe un governo M5S-Lega, una percentuale che sale al 63% tra chi ha votato per Salvini premier.

 

LEGGI ANCHE> PATRIZIA PRESTIPINO E LA BUFALA SARCASTICA DI GIANNI MORANDI CHE SFOTTE ROBERTO FICO SUL BUS

Il gradimento per l’intesa tra M5S e centrodestra scende drasticamente al 3% tra chi ha votato per Di Maio premier, segno dell’impopolarità ancora molto forte di Berlusconi, nell’elettorato pentastellato. L’alleanza M5S-Lega-Forza Italia riscuote invece più successo tra i leghisti, visto che il 18% la indica come l’opzione di governo più gradita. Tra gli elettori M5S il 24% vorrebbe governare col PD, percentuale che sale al 34% tra chi ha votato per il partito guidato da Renzi fino al 5 marzo.

 

Secondo Nando Pagnoncelli la maggior parte degli italiani però si aspetta che ci sarà un governo M5S e centrodestra, anche se sgradito.  «I pronostici degli italiani differiscono in parte delle loro preferenze: il 35% infatti prevede un esecutivo formato da 5 Stelle e l’intero centrodestra mentre il 29% si aspetta il binomio M5S-Lega. Le altre due ipotesi sono giudicate poco percorribili e vengono indicate solo dal 4% degli intervistati. Quindi, pur in uno scenario molto articolato, la maggioranza relativa degli italiani si attende un governo M5S-centrodestra anche se preferirebbe un’intesa M5S-Lega. E contestualmente, come sappiamo da altre ricerche, tra gli elettori diminuisce il consenso per nuove elezioni o governi di scopo mentre aumenta l’aspettativa di un governo che possa durare tutta la legislatura», scrive Nando Pagnoncelli sul Corriere della Sera.