Nonni arrestati
|

Nonni minacciano di morte i nipoti per l’eredità: arrestati e rilasciati

Nella periferia di Genova si è registrato il caso di una coppia di nonni che non ha ospitato i nipoti per pranzo ma li ha minacciati di morte, venendo successivamente arrestati dalla polizia.

I due 80enni, infatti, hanno ereditato dal figlio defunto un’eredità di circa 200mila euro. L’ammontare dell’ingente somma, frutto del passato criminale del figlio, è stata lasciata su un libretto cointestato con i genitori.

LEGGI ANCHE > La Cassazione toglie la bimba ai genitori anziani perché «incapaci di comprendere i bisogni»

Dopo la morte dell’uomo, avvenuta due anni fa, la nonna ritira tutti i soldi lasciando a mani vuote i suoi (non cari) nipoti. La motivazione è semplice: “Non ho soldi e quei pochi che ho li voglio dare alla Madonna”.

La giustificazione della spesa non ha convinto i due figli del defunto che nel corso di questi mesi si sono recati più volte dall’anziana. Almeno fino a ieri sera, quando l’hanno sorpresa tentare di rifugiarsi in casa di risposo accompagnata dalle sorelle e da 150mila euro. All’ennesimo tentativo di richiesta dei soldi, la nonna non ci ha più visto: “Andate via altrimenti vi ammazzo. Ho anche una pistola”.

I nipoti hanno allora chiamato la polizia che, a sua volta, ha contattato il nonno (ricoverato per motivi di salute). Il quale ha confermato di possedere una pistola con matricola abrasa (appartenuta al rimpianto figlio defunto) dietro il termosifone. Le forze dell’ordine, attuando la legge, hanno arrestato la coppia di anziani. Il pm Chiara Paolucci, viste le condizioni dei due, ha tuttavia disposto il rilascio ma allo stesso tempo ha avviato accertamenti per scoprire la provenienza del denaro.

Oltre il danno la beffa, si direbbe.

(Foto credits: Corriere.it)