Ritrovato il cadavere di Alessandro Fiori in Turchia

di Redazione | 29/03/2018

alessandro fiori

Ritrovato il cadavere di Alessandro Fiori, 33 anni, giunto in Turchia il 12 marzo e scomparso. Lo afferma Chi l’ha visto, secondo cui il corpo è stato ritrovato a Sarayburnu, una zona di Istanbul, e riconosciuto dal padre. Sono in corso verifiche da parte delle autorità.

Alessandro Fiori, 33enne manager di Soncino, è scomparso almeno 15 giorni fa. Sul caso indagano le autorità turche. Alessandro nel fine settimana aveva ricevuto un messaggio da una donna americana, a cui probabilmente era molto legato. L’uomo decide di raggiungerla in Turchia. Un testimone – che ha viaggiato con il manager di Soncino – racconta anche di due cellulari, di cui uno nuovo che Alessandro dimostrava di non sapere usare alla perfezione. Secondo quanto riporta Il Giorno  Fiori ha preso un taxi per farsi accompagnare in albergo. Ma si è fermato per un prelievo di circa 2.000 euro. Il particolare è stato notato dal tassista che ha raccontato alla polizia di aver lasciato l’uomo davanti all’hotel, proprio dove è stato trovato il cellulare e il portafoglio vuoto del soncinese. Il cadavere è stato inviato all’Istituto di medicina forense locale per accertarne l’identità attraverso il test del Dna e chiarire le cause del decesso. Un campione di Dna è stato prelevato dal padre di Alessandro Fiori per un confronto. Secondo quanto riporta la testata turca Haberturk il corpo è stato portato sulla riva del quartiere di Sarayburnu dalla corrente del mare.