scritta dux politico
|

Politico, reportage sulla scritta Dux: «Portiamo qui i turisti da Roma in autobus per salvarla»

La scritta Dux formata dagli alberi sul Monte Giano torna a far discutere. Stavolta, a contribuire al dibattito ci pensa un reportage sull’autorevole portale d’informazione Politico: la corrispondente da Roma Hannah Roberts ha realizzato un lungo e approfondito articolo direttamente da Antrodoco, la cittadina all’interno del cui territorio ricade la monumentale scritta. La giornalista ha intervistato sia alcuni semplici abitanti della zona – abituati da decenni ad affacciarsi alla finestra e a guardare la scritta Dux -, sia esponenti politici locali, tra cui il neo eletto parlamentare della Lega Umberto Fusco.

LEGGI ANCHE > CasaPound «salva» la scritta Dux sul Monte Giano

SCRITTA DUX POLITICO: IL PARERE DEI CITTADINI DI ANTROPICO

Parlare della foresta del Monte Giano è anche l’occasione per poter analizzare il voto di protesta nell’Italia centrale colpita dal terremoto: la scelta, molto spesso, è ricaduta sui partiti a indirizzo populista come Lega, appunto, e Movimento 5 Stelle. Quando si parla della scritta Dux sul Monte Giano, però, interviene anche la nostalgia per il passato fascista.

In molti sono fermamente contrari all’abbattimento della foresta. Nella scorsa estate un incendio devastante l’ha semidistrutta: l’evento calamitoso ha portato diversi volontari a occuparsi della riforestazionee del ripristino della scritta. Il dibattito che ne è seguito è stato caratterizzato dalla domanda: è opportuno mantenere in piedi un monumento del fascismo oppure è meglio abbatterlo?

SCRITTA DUX POLITICO, INIZIATIVE E PROPOSTE PER SALVARLA

I cittadini sembrano non aver dubbi e propendono per il ripristino della foresta con la scritta Dux: per alcuni si tratta di un’opera di ingegneria ambientale, con lo scopo di difendere il territorio di Antrodoco dalle frane. Ma per molti altri ha anche un valore simbolico: in tanti hanno applaudito all’iniziativa di CasaPound di riforestare la zona. Qualche mese fa, gli attivisti del movimento della tartaruga, guidati dal candidato alla presidenza della regione Lazio Mauro Antonini hanno ripiantato diverse centinaia di alberi per salvare la scritta.

Ma il Monte Giano è stato anche al centro della recente campagna elettorale per le politiche del 4 marzo 2018. Da diverse parti politiche, infatti, è arrivato l’invito a salvare il monumento. Secondo i residenti del posto, ci sono state una serie di proposte per incentivare il turismo e cercare di intercettare il flusso proveniente da Roma. La Capitale, infatti, è a circa un’ora e mezza di strada da Antrodoco: «La proposta – dicono i cittadini a Politico – è stata quella di portare qui i turisti in autobus per contribuire a salvare la scritta». Lo stesso neo-parlamentare leghista Umberto Fusco ha promesso di farsi portavoce in Aula di questa iniziativa. Il dibattito prosegue. E sembra che non ci sia alcuna intenzione di terminarlo qui.