siberia rogo
|

Siberia: rogo in un centro commerciale. Morte 64 persone ( di cui 41 bambini)

Il bilancio è tragico: almeno 64 persone sono morte nel rogo in un centro commercialeKemerovo, città industriale nella regione russa della Siberia. Tra le vittime ci sono 41 bambini. Numerosi ancora i dispersi, dopo l’incendio, domato solo molte ore dopo.

KEMEROVO: IL ROGO IN SIBERIA E LA CAUSA ASSURDA

L’incendio è scoppiato all’interno del grande centro ‘Zimnyaya Vishnya’ (Ciliegia d’inverno). Un posto enorme, di 23.000 metri quadrati, aperto nel 2013, con 250 posti macchina, molti negozi, ristoranti, un cinema, aree bambini e un piccolo zoo.

Secondo quanto riporta Vladimir Chernov, vice governatore di Kemerovo – citato dal New York Times online – la strage sarebbero partite da un minore, dotato di accendino. L’incendio è infatti scoppiato dentro la sala bambini, con una vasca piena di gommapiuma che, a contatto con la fiamma, ha propagato il rogo in brevissimo tempo.

Altri elementi inquietanti sono i dispositivi di sicurezza che sarebbero dovuti scattare all’interno del mall. Sarebbero appunto perché non ha funzionato nulla. Secondo diversi testimoni, che si sono riusciti a salvare, le uscite di sicurezza sarebbero rimaste chiuse.