L’ultimo video di Mariam su Youtube: «Aiutatemi, ho paura»

di Redazione | 19/03/2018

Mariam Moustafa

«Ho bisogno di aiuto, la mia vita è in pericolo». A parlare, in un video postato su Youtube a ottobre, Mariam Moustafa, la 18enne italo-egiziana uccisa a Londra da una gang di bulle, dopo un pesante pestaggio. La giovane aveva un problema di salute ed è morta dopo tre settimane di coma. Nel video Mariam non parla delle precedenti aggressioni subite ma di quel suo cuore, che spesso le creava problemi, e che l’aveva portata più volte in ospedale. “Al Queen Hospital mi hanno detto che mi avrebbero procurato uno specialista, ma non è mai successo”, ricorda. Fatalità del caso: si tratta dello stesso ospedale che la dimise dopo il pestaggio. Non curandosi invece di quello che sarebbe successo dopo.

LEGGI ANCHE > MARIAM MOUSTAFA: PER SUO PADRE LA GIOVANE NATA A OSTIA È STATA UCCISA DAL RAZZISMO

Il caso della diciottenne, nata e cresciuta a Roma nel quartiere di Ostia, sta sollevando una certa polemica. Anche perché in rete circola un video che mostra l’aggressione e perché svela un caso anche di malasanità inglese. Mariam è stata accerchiata, colpita brutalmente e trascinata per 20 metri. La giovane, portata in ospedale, è stata dimessa qualche ora dopo. Poi a casa le sue condizioni sono precipitate fino al coma e alla morte. La procura di Roma, essendo Mariam anche cittadina italiana, ha aperto un fascicolo per omicidio. Le indagini sono state affidate al sostituto procuratore Sergio Colaiocco. Il caso sta scatenando non poche tensioni tra Regno Unito, Egitto e Italia.