sondaggi
|

I primi due sondaggi dopo il voto: M5S e Lega volano ancora. Tutti i numeri

Il successo elettorale ha dato nuovo impulso alla crescita dei consensi di Movimento 5 Stelle e Lega. È quanto emerge dai primi due sondaggi sul consenso dei partiti pubblicati dopo le Elezioni Politiche del 4 marzo, che hanno premiato i partiti di Luigi Di Maio e Matteo Salvini a svantaggio di Partito Democratico e Forza Italia. Una prima rilevazione è stata effettuata dall’istituto demoscopico Swg, pubblicata ieri sul quotidiano Il Messaggero, e una seconda invece da Demos&Pi, pubblicata oggi su Repubblica.

Sondaggi, Swg: M5S al 34,7% e Lega al 22,3%

Ebbene, stando ai dati del sondaggio di Swg, realizzato tra il 12 e il 14 marzo, il M5S in dieci giorni sarebbe salito dal 32,7% delle preferenze ottenuto alle urne al 34,7% mentre la Lega sarebbe cresciuta addirittura dal 17,4 al 22,3% superando anche il Pd. Il principale partito del centrosinistra avrebbe ancora perso terreno cedendo quasi un punto percentuale, in calo dal 18,7 al 18%. Tendenza ancora negativa anche per Forza Italia, che alle urne ha subito l’imprevisto sorpasso di Salvini. Il partito di Silvio Berlusconi sarebbe sceso dal 14 al 10,5%. Numeri negativi anche per Liberi e Uguali e Fratelli d’Italia. La nuova lista unitaria della sinistra secondo Swg se si votasse oggi non raggiungerebbe lo sbarramento per l’ingresso in Parlamento fissato al 3% fermandosi al 2,8% dei consensi, dal 3,4% del raccolto 4 marzo. Fdi passerebbe dal 4,4 al 3,1%.

 

sondaggio
(Sondaggio di Demos&Pi pubblicato su Repubblica)

 

Sondaggi, Demos&Pi: M5S al 33,8% e Lega al 18,2%

Simili tendenze vengono confermate da Demos&Pi. Nel sondaggio pubblicato su Repubblica il Movimento 5 Stelle è passato dal 32,7 al 33,8%, mentre la Lega, passando dal 17,4 al 18,2%, si è avvicinata al Pd, calato dal 18,7 al 18,4%. Forza Italia, intanto, sarebbe passata dal 14 al 12,8%. Diverso il trend indicato per Leu e Fdi. Per Demos la lista della sinistra è passata dopo le elezioni dal 3,4 al 4,2%. Fratelli d’Italia infine dal 4,4 al 4,8%. Sempre sotto il 3% tutti i partiti e i movimenti minori, come +Europa, Potere al Popolo, Noi con l’Italia, Civica Popolare e Insieme.

 

sondaggio
(Sondaggio di Demos&Pi pubblicato su Repubblica)

 

(Immagine da archivio Ansa)