CasaPound
|

Christian Corda, il responsabile di CasaPound Genova indagato per tentato omicidio

Christian Corda, il segretario provinciale di CasaPound Genova, è indagato per tentato omicidio per aver accoltellato, secondo la procura di Genova, un attivista antifascista insieme ad altri due camerati di CPI.

Christian Corda, il responsabile di CasaPound Genova indagato per tentato omicidio

La perizia medica sull’attivista ferito dovrà confermare l’accusa di tentato omicidio, oppure, in caso contrario, servirà a derubricare il reato a lesioni aggravate. La pagina Facebook di Trento Antifascista ha svelato come Christian Corda, oltre a coordinare le attività di CasaPound a Genova, sia anche un chitarrista di una band hardcore di nome Green Arrows, con base a Bolzano. I Green Arrows sono collegati al circuito del rock di ispirazione neonazista Blood&Honour, che ha dato vita a una formazione di estrema destra, C18, recentemente sgominata dalla magistratura greca per le sue attività terroristiche.

LEGGI ANCHE > ANDREA GRECO CANDIDATO PRESIDENTE DEL MOLISE PER IL MOVIMENTO 5 STELLE

La pagina Facebook mostra un selfie che lo ritrae insieme a uno dei leader di CasaPound, Simone Di Stefano, anch’egli musicista rock che ha suonato nel gruppo di Gianluca Iannone, il fondatore del movimento di estrema destra.

 

L’indagine su CasaPound Genova è particolarmente grave, perché la magistratura sospetta che i militanti neofascisti abbiano organizzato un vero e proprio assalto  contro un gruppo di antifascisti che stavano attaccando manifesti nei pressi della loro sede di via Montevideo, a colpi di cinture, bottiglie e coltelli.  Dalla sede di CasaPound sarebbero usciti una trentina di militanti, guidati da Christian Corda. Un attivista antifascista ha subito una coltellata alla schiena, che secondo i magistrati potrebbe esser stata scagliata per ucciderlo.