Matteo Renzi «usa» la lettera di un malato di Sla per dire che non molla il Pd

di Redazione | 12/03/2018

PD Cambridge Analytica

La scelta di Matteo Renzi per comunicare la sua intenzione di non mollare il Partito Democratico nonostante le sue dimissioni da segretario è ricaduta su una modalità che farà senz’altro discutere. L’ormai ex leader del Partito Democratico, infatti, ha voluto commentare la decisione politica nella sua e-news che invia quotidianamente sul sito internet personale. E lo ha fatto pubblicando la lettera di un giovane malato di Sla che lo ha invitato a non mollare la presa.

LEGGI ANCHE > Matteo Renzi lascia la guida del Partito Democratico

LETTERA MALATO DI SLA, COSA HA SCRITTO NELLA E-NEWS DI RENZI

Insomma, Renzi ha paragonato la sua parabola politica a quella ben più impegnativa di un ragazzo di 20 anni – indicato con il nome di Paolo – che deve lottare quotidianamente con la sua malattia. L’ex presidente del Consiglio ha scelto la lettera del ventenne che aveva incontrato 10 mesi fa all’incontro con Barack Obama a Milano. Il messaggio che l’ex segretario del Partito Democratico ha ricevuto è il seguente:

Caro Matteo, in questi giorni non faccio altro che pensare a te. Ma perché ti sei preso delle responsabilità che tu non hai? Ricordati che sin da quando iniziamo a fare i primi passi, CADIAMO PERCHÉ DOBBIAMO IMPARARE AD RIALZARCI, quindi fai un favore a te in primis, ma poi fallo per le persone che ti stimano, che credono in te, fallo per me e per tutti i Paolo D’Italia, fallo per chi vuole un futuro. NON MOLLARE E RITIRA LE DIMISSIONI. ti autorizzo a divulgare questo mio messaggio. Guai a te se la dai vinta a quei franchi tiratori dei finti amici, che pur di fare un dispetto al comandante della nave, hanno forato lo scafo, dimenticandosi che c’erano a bordo anche loro. Fai pulizia in casa, caccia via chi non ti merita e poi vedrai. MA QUALE INSEGNAMENTO VUOI DARMI COL TUO GESTO, io ho 20 anni, la sla mi ha lateralmente divorato, sono immobile, parlo e respiro a fatica. Sto malissimo, Ma CAZZO io non mollo. Adesso è venuto il momento di tirare fuori le palle. Lascia che i 5 stelle si alleino con chi vogliono loro, sono destinati al fallimento perché non hanno basi e allora vedrai sarà il tuo momento e tutti si renderanno conto chi sei realmente. Un abbraccio Paolo

LETTERA MALATO DI SLA, LA RISPOSTA

«Quando penso che in Italia ci sono persone come te, innamorate della vita e talmente coraggiose da non aver paura di sfidare malattie devastanti – ha risposto Renzi -, ti dico che sono orgoglioso di averti conosciuto. E di lottare insieme a te». Nella sua e-news il politico fiorentino ha affermato di non voler lasciare il futuro agli altri e che non lascerà la presa: «Io non mollo, ma soprattutto non mollare tu» afferma in conclusione, inviando un abbraccio al ragazzo malato di Sla che gli aveva scritto.

(FOTO dell’articolo su Lettera malato di sla: