«Avvenire pubblica vignette blasfeme», i siti tradizionalisti contro Staino

di Redazione | 28/02/2018

Avvenire

“Sabotiamo Avvenire per la salvezza delle anime! Autorizzata la blasfemia contro Gesù Cristo dello scarabocchiatore Staino”. L’accusa arriva direttamente dalla galassia di quei siti tradizionalisti impegnati quotidianamente nella difesa di ciò che ritengono, a loro titolo, la giusta dottrina da seguire.

La vignetta in questione ritrae Gesù, invitato “gentilmente” da Maria Maddalena a giudicare il suo copricapo. La risposta è tragica: “È orribile”, confessa Gesù mentre chiede a suo padre perchè l’ha costretto a dire sempre la verità.

LEGGI ANCHE > L’ira dei preti per Marilyn Manson in tv: «Un patto con il diavolo per l’audience»

È così che il compagno Sergio Staino, fresco di collaborazione con il quotidiano di impronta cattolica, deve difendersi dal tiro incrociato dei blog Anonimi della Croce e Cooperatores Veritatis. Gli articoli sono firmati da due pseudonimi e i toni utilizzati non sono di certo benevoli. “Sabotiamo Avvenire per la salvezza delle anime! Autorizzata la blasfemia contro Gesù Cristo dello scarabocchiatore Staino”, scrive Finan Di Lindisfarne.

I toni si fanno presto più duri e non vengono risparmiati i punti esclamativi a sottolinearne lo sdegno: “C’è poco da commentare, se non che aspettiamo con ansia che tutto l’apparato dei gestori di questo ormai dannoso giornale venga preso a calci nel didietro. Anzi, a schiaffi, come accade a Gesù in questa escrementizia vignetta del vergognoso Staino. Come se Gesù non avesse preso abbastanza schiaffi. Vi fa tanto ridere, Staino e Avvenire? VERGOGNATEVI!!! Come pretendete fiducia, o Gerarchia, se permettete queste porcherie sulla testata che finisce nelle Parrocchie?”

La collaborazione del vignettista con Avvenire, inoltre, viene considerata un ulteriore passo verso lo sdoganamento di “tutto ciò che è contro la Dottrina cattolica”.

Con la fede non si scherza, giusto Staino?

(Credits foto: sito di Cooperatores Veritatis)