I cortei contro il fascismo e i sit-in fascisti nel giorno della morte di Pertini

di Redazione | 24/02/2018

cortei fascismo

Oggi, in diverse piazze italiane, da Roma a Milano e a Palermo, si manifesta contro il fascismo. In più modi. A Roma con “Mai più fascismi” e venti associazioni aderenti. In altre città con proteste e sit-in contro forze politiche che valgono poco o nulla a livello di percentuali ma che ottengono ampio risalto mediatico. Una data non a caso. Perché oggi ricorre l’anniversario della morte del presidente della Repubblica Sandro Pertini, uomo simbolo della lotta contro il regime di Mussolini.

CORTEO MILANO

A Milano, ci sono stati diversi momenti di tensione per esempio, quando una trentina di studenti hanno protestato contro il comizio di Simone Di Stefano di CasaPound in programma nello stesso luogo nel pomeriggio. I ragazzi sono saliti su un monumento in piazza Cairoli con uno striscione e sono stati sgomberati. Ci sono dei contusi.

TENSIONE A PALERMO 
Sono due i cortei previsti nel pomeriggio in centro. Uno, alle 16.30, la marcia antifascista, dall’altro alle 18.30 il comizio di Forza Nuova con la presenza del leader nazionale Roberto Fiore. Il primo corteo, organizzato da Potere al popolo, partirà alle 16.30 da piazza Verdi e arriverà fino a Palazzo delle Aquile, sede del Comune.

CORTEI ROMA
Due i livelli di controllo: il primo ai caselli autostradali e lungo le principali vie, il secondo nelle varie aree di concentramento, dove stati utilizzati anche metal detector portatili.
«Mai più fascismi» partirà da piazza della Repubblica a piazza del Popolo, con la partecipazione di esponenti politici e del vice sindaco Luca Bergamo. Attese 20 mila persone. Un’ora più tardi comincerà la manifestazione dei Cobas che si concluderà alle 19. C’è il timore di possibili incroci pericolosi con gli attivisti di Fratelli d’Italia impegnati dalle 18, con la leader Giorgia Meloni, in un presidio nei giardini di piazza Vittorio.
Alla stessa ora sit-in degli antagonisti fuori dal Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria e a San Giovanni ci sarà invece il movimento No Vax.

(in copertina foto ANSA/DANIEL DAL ZENNARO)