vaccini elena fattori
|

Vaccini: quel tweet di Elena Fattori al no all’obbligo vaccinale di Roberta Lombardi

«Le politiche vaccinali sono nazionali. Abbiamo un ddl. Fine polemiche politiche». La ex senatrice M5S Elena Fattori interviene su un tread, scatenatosi su Twitter, dopo che Roberta Lombardi, candidata ora alla regione Lazio, ha dichiarato il suo no all’obbligo vaccinale. Lombardi spiegava così su Twitter: «Vaccini, Lorenzin ne ha fatto tema campagna elettorale. Dispiace, perché stiamo parlando della salute dei nostri figli. Se diventerò Presidente del Lazio nessun favore alle lobby farmaceutiche. Credo nella scienza e proprio per questo dico: si alla raccomandazione, no obbligo».

Da quel momento in poi sono partite le critiche di vari utenti. Qualcuno ha chiesto l’intervento della senatrice Fattori. Elena Fattori è una biologa, conosce molto bene il tema dei vaccini, e insieme all’eurodeputato cinquestelle Piernicola Pedicini, specializzato in fisica medica, ha spesso coinvolto l’immunologo italiano Guido Silvestri per eliminare l’etichetta antivaccinista nel Movimento. Etichetta che però ortodossi come la Lombardi non sembrano volersi scrollare di dosso. Qualche giorno fa, sulla stampa, spuntò una lettera della diretta interessata che chiedeva l’allontanamento della collega dai suoi comizi elettorali perché «non in linea con le posizioni nazionali».

Fattori sentitosi chiamata in causa ha replicato così: