Forza Italia presenta i candidati e manca la ragazza ‘misteriosa’ | VIDEO

di Donato De Sena | 03/02/2018

«Non c’è. Non è venuta per evitare le polemiche». L’entourage di Forza Italia spiega così l’assenza alla presentazione dei candidati della Campania di Marta Antonia Fascina, la 28enne di Portici alla quale è stato assegnato un posto sicuro per essere eletta alla Camera e che nessuno – almeno fino a qualche giorno fa – diceva di conoscere. Il nome della ragazza è spuntato a sorpresa nelle liste degli azzurri per le Politiche del 4 marzo relative alla provincia di Napoli, in due collegi proporzionali, in seconda e in terza posizione, la collocazione ideale per un’elezione scontata, come quella che viene riservata a parlamentari di lungo corso o ex ministri. Nel collegio di Torre del Greco e Castellammare di Stabia, ad esempio, la giovane candidata figura alle spalle di Paolo Russo, coordinatore di FI a Napoli città e deputato dal 1996, che al Mattino nei giorni scorsi dichiarava: «Confesso che non la conosco».

Forza Italia promuove la candidata ‘misteriosa’ Marta Fascina: «Ha una storia importante»

Stamattina, all’Hotel Royal Continental di Napoli, c’era tutto lo stato maggiore del partito campano. E gran parte dei candidati. Fascina (che negli ultimi giorni ha anche disattivato tutti gli account personali sui social network) non si è fatta vedere. Del suo ‘caso’ si è però parlato, con tutti i big impegnati a difendere la candidatura. «Abbiamo anche letto il curriculum – ha spiegato Paolo Russo -, è interessante. Mi spiace che qualche giornale si riferisca alle sue qualità estetiche. Noi crediamo che le donne vadano rispettate per la storia che ognuna ha, e Marta ha una storia importante dal punto di vista professionale e anche di impegno politico». Ma è stata imposta da Berlusconi o da Galliani? «Da nessuno. Come tutte le cose abbiamo ragionato con il tavolo nazionale, ha un’esperienza di collaborazione con il Milan».

Fascina, laureata in Lettere e Filosofia al Suor Orsola Benincasa di Napoli, ha collaborato con l’ufficio relazioni pubbliche della società rossonera. Nel 2013 ottenne una cinquantina di voti alle elezioni comunali a Portici, candidata nella lista del Pdl. «Non vedo tutta questa curiosità per i candidati maschi – ha commentato invece Mara Carfagna -. Quanti candidati sconosciuti ci sono nelle liste? Quella di Marta è una di quelle candidature utili, fa parte di quei giovani che il partito ritiene possano dare un contributo alla campagna elettorale. Mi dispiace che ci sia questo accanimento. Forse perché donna, bella, bionda?». Non condivide le polemiche nemmeno il senatore Domenico De Siano, il coordinatore regionale del partito: «Perché se i 5 stelle o un altro partito candidano una ragazza di 20 anni, una giovane che non ha nessuna esperienza, vengono acclamati? Poi lo fa Forza Italia e diventa il partito delle… non so…». «Berlusconi negli ultimi anni – ha proseguito De Siano – ha lavorato per il ricambio generazione. È una cosa normale. Il presidente sta rinnovando la classe dirigente di Forza Italia per garantire la rappresentanza nel paese di un’area che condivide determinati valori. Sono stati candidati dei giovani professionisti per iniziare questo meccanismo virtuoso».

(Immagine da video di Giornalettismo)