Pamela Mastropietro
|

Pamela Mastropietro e l’orrido manifesto di Forza Nuova sul suo omicidio

Forza Nuova ha strumentalizzato in modo indegno l’omicidio di Pamela Mastropietro.  Il principale sospettato dell’assassionio della giovane romana con problemi di droga è Innocent Oseghale, un ventinovenne nigeriano che avrebbe dovuto essere espulso e già condannato per reati di spaccio.

 

Pamela Mastropietro e l’orrido manifesto di Forza Nuova su di lei

L’omicidio di Pamela Mastropietro è stato particolarmente crudele – la giovane è stata fatta a pezzi e il suo corpo inserito in due trolley lasciati sulla strada – ed è diventato un caso politico. Forza Nuova, che corre alle elezioni politiche 2018 con la lista Italia agli italiani, formata dai neofascisti di Roberto Fiore, Fiamma Tricolore e altre associazioni di estrema destra, ha pubblicato sui suoi profili social un orrido manifesto in merito a questa tragedia. «La barbarie e il tribalismo in casa nostra. Ogni politico immigrazionista, ogni buonista è complice! Lavori forzati e rimpatrio immediato. Nigeriano uccide una ragazza diciottenne  taglia brutalmente a pezzi il corpo e lo mette dentro due valigie». Una card molto condivisa su Facebook – in poco meno di 20 ore le condivisioni sfiorano le 5 mila – che è illogica, falsa e agghiacciante. Invocare allo stesso tempo i lavori forzati e il rimpatrio immediato per un omicida non ha senso, visto che sono sanzioni che si autoescludono.

LEGGI ANCHE > SALVINI DA SANTORO, TRA BIGLIETTI DEL TRAM A 5 EURO E LA FRASE «ME NE FREGO DEL 3%» | VIDEO

Accusare di complicità i politici buonisti è falso, visto che la responsabilità è penale, e Innocent Oseghale al momento è solo indagato, anche se le prove contro di lui sono molto forti. Lo spacciatore potrebbe aver fatto a pezzi Pamela Mastropietro dopo che la giovane è morta per overdose nel suo appartamento. Si tratta di una ipotesi su cui indagano i magistrati, che ovviamente Forza Nuova non considera, visto che parla di tribalismo e barbarie come se la giovane sia stata fatta a pezzi per ucciderla. Nessuno lo sa al momento, ed è agghiaciante che un partito politico che potrebbe eleggere parlamentari proponga una retorica contraria a diversi principi costituzionali. Sulla pagina di Forza Nuova è un profluvio di commenti che invocano la pena di morte, coerente esito di simile barbarie propagandistiche.

Foto profilo: profilo Facebook di Forza Nuova