La testa di porchetta sulla statua di Luciano Pavarotti a Modena

di Redazione | 02/02/2018

Luciano Pavarotti

Una testa di porchetta è stata collocata nella mano della statua di Luciano Pavarotti situata di fronte al teatro comunale di Modena intitolata al grande tenore scomparso. Un gesto di vandalismo che la polizia municipale ha stigmatizzato duramente, anche se si tratta di una goliardata per cui il codice penale non sembra la risposta corretta. Secondo la prima ricostruzione un gruppo di tre ragazzi ha preso una testa di porchetta dai rifiuti gettati probabilmente da un ambulante che l’aveva cucinata per la festa del santo Patrono di Modena, San Geminiano, che si festeggia ogni 31 dicembre.

La testa di porchetta sulla statua di Luciano Pavarotti a Modena

I giovani hanno messo la testa di porchetta tra la mano in bronzo di Luciano Pavarotti, e il fazzoletto con cui salutava sempre il pubblico dopo le sue esibizioni, e sono stati ripresi dalle telecamere di sicurezza collocate nel centro storico di Modena. La polizia municipale ha visionato le immagini e ha denunciato il gesto di vandalismo alla procura della Repubblica. Da quanto si nota dalle fotografie delle testate locali non sembra però che la statua sia stata danneggiata in modo significativo, ma solo sporcata dalla testa della porchetta. Una goliardata sarcastica per ironizzare probabilmente sulla passione per la cucina emiliana di Luciano Pavarotti, anche se la porchetta non è proprio un piatto tipico della zona. Una simile presa in giro può non piacere, ma denunciare penalmente tre ragazzi per un gesto sarcastico che sostanzialmente non provoca danni ci pare un errore.

LEGGI ANCHE > SALVINI DA SANTORO, TRA BIGLIETTI DEL TRAM A 5 EURO E LA FRASE «ME NE FREGO DEL 3%» | VIDEO

Al massimo si potrebbe sanzionare i ragazzi con la pulizia della statua, dopo essersi fatti insieme una risata. Alla fine mettere una porchetta nelle mani di Pavarotti è solo una battuta, che a noi fa anche ridere. Pavarotti sarà anche un orgoglio di Modena, ma prendere in giro le celebrità nei loro gesti insopportabili – come il fazzolletto costantemente esibito dal tenore – è un segno di intelligenza tra giovani che perdono la testa per Francesco Monte e Giulia De Lellis.

Foto copertina tratta da profilo Facebook della Gazzetta di Modena