ombrelline
|

La Formula Uno dice addio alle ombrelline

Niente modelle sulla griglia di partenza. La Formula Uno dopo decenni dice addio alle ‘ombrelline’, le belle ragazze con tacchi a spillo e gonne corte diventate uno dei simboli delle corse automobilistiche, presenza fissa al fianco di ognuna delle monoposto prima del via. La decisione è stata annunciata ieri pomeriggio con un comunicato della società americana Liberty Media, che lo scorso anno ha acquistato la Formula Uno dalle mani del boss Bernie Ecclestone per 8,5 miliardi di dollari. «Non sono più appropriate», hanno spiegato i nuovi padroni. La novità riguarderà anche le altre categorie motoristiche.

 

 

La Formula Uno dice addio alle ombrelline

«Nell’ultimo anno – ha spiegato Sean Bratches, managing director delle operazioni commerciali in Formula Uno – abbiamo esaminato una serie di settori che ritenevamo necessari da aggiornare per essere più in sintonia con la nostra visione di questo sport. La pratica di impiegare le ragazze in griglia è stata un caposaldo dei GP di Formula 1 per decenni, ma riteniamo che questa usanza non sia in sintonia con i nostri valori del marchio e sia chiaramente in contrasto con le norme della società moderna. Non crediamo che tale pratica sia appropriata o rilevante per la Formula 1 e per i suoi fan, vecchi e nuovi, nel mondo». La sensazione è che sulla scelta della Liberty Media abbiano pesato anche i recenti scandali per casi molestie nel mondo dello spettacolo, del cinema ed anche dello sport, che hanno aperto un dibattito acceso.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Hoch Zwei via ZUMA Wire)