Wikie, l’orca che imita l’uomo: dice «Hello», «Bye bye» e conta fino a tre | AUDIO

di Redazione | 31/01/2018

orca

Un mammifero marino addestrato per imitare la voce umana che scandisce alcune parole, qualche saluto, e conta fino a tre. Non è una scena da film ma quando realmente accade in un parco marino della Francia, dove vive un’orca di 16 anni, Wikie, capace di ripetere parole che, tra vari vocalizzi e gorgoglii emessi, sono distinguibili in maniera netta. «Hello», «Bye bye» e «One», «Two», «Three», ripete Wikie confermando una straordinaria capacità delle orche nell’apprendere nuovi suoni. Le sue abilità sono oggetto di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society of London B.

L’orca che sa imitare la voce dell’uomo, dice «Hello» e conta fino a «Three»: audio online

Le prime parole dell’orca sono state anche registrate in un file audio che, pubblicato online, ha fatto il giro del web. Wikie si trova al Marineland Aquarium di Antibes ed è riuscita ad apprendere i nuovi suoni, come cigolii e le parole, grazie al lavoro di un team di ricerca internazionale. In passato il mammifero aveva ricevuto un primo corso all’imitazione. Le prime parole pronunciate sono frutto di un addestramento durante il quale l’animale ha imparato ad ubbidire ad un gesto della mano degli istruttori che significa «imita». Inizialmente il segnale è stato utilizzato per indurre l’orca a imitare un suo simile che spruzzava dell’acqua. In seguito i ricercatori le hanno fatto ascoltare alcuni suoni per lei del tutto nuovo: cinque erano vocalizzi di altre orche, mentre altri sei erano parole pronunciate dagli addestratori.

 

 

Durante tutti questi esperimenti, Wikie ha ubbidito al comando che le veniva impartito con la mano, emettendo a sua volta dei suoni simili a quelli che doveva imitare: alcuni sono risultati nettamente distinguibili, mentre altri assomigliano di più a delle pernacchie. L’apprendimento per il mammifero marino non è stato facilissimo: certe parole sono frutto di decine di tentativi, mentre quattro in particolare («Hello” e «One, two, three») sono state azzeccate al primo tentativo. Le orche sono tra i pochi animali in grado di imitare suoni. «Nei mammiferi è molto raro, gli umani ovviamente sono bravi, ma i mammiferi che possono fare meglio sono i mammiferi marini», ha spiegato alla Bbc Josep Call dell’Università di St. Andrews in Scozia, uno dei ricercatori che ha partecipato allo studio.

(Un’orca marina da video della pagina Facebook di Marinland)