La deputata azzurra Centemero: «Io, discriminata da Forza Italia per l’impegno per le donne»

di Redazione | 31/01/2018

elena centemero

Non solo Nunzia De Girolamo, che accusa Forza Italia di usare «metodi camorristici» in Campania. Anche Elena Centemero, altra deputata azzurra uscente che sarà ricandidata alle Politiche del 4 marzo, critica duramente il partito per le scelte effettuate nella composizione delle liste, spiegando di sentirsi discriminata per il suo impegno in favore delle donne. «Siamo riusciti in questa legislatura con uno schieramento trasversale a fare sì che le donne fossero più presenti nelle istituzioni del Paese, ma ho pagato personalmente, per il mio lavoro sulle donne, per i miei emendamenti: nonostante tutto quello che ho fatto, Forza Italia mi ha candidata in una posizione di probabile non eleggibilità», ha dichiarato la parlamentare nel corso della trasmissione ‘Radio anch’io’.

 

LEGGI ANCHE > Nunzia De Girolamo denuncia i «metodi camorristici» di Forza Italia, il suo partito

 

La deputata Centemero accusa FI: «Io, discriminata per il mio impegno per le donne»

«La persona che ha fatto queste cose si assumerà le sue responsabilità», ha aggiunto Centemero, che all’intervistatore che le chiedeva perché, date le condizioni, non ha rinunciato a candidarsi, ha risposto «perché non mi hanno detto nulla: tutto questo è successo nel mio partito senza che sapessi nulla, altrimenti avrei rifiutato la candidatura». E ancora: «Mi è stato detto: ‘porti la grandissima responsabilità dell’introduzione delle donne nella vita politica. Ci hai danneggiato tantissimo’». La denuncia della Centemero è stata fatta ascoltare anche alla presidente della Camera Laura Boldrini, che ha commentato: «Si è molto impegnata sia a livello di Consiglio d’Europa che a livello di Camera con provvedimenti a vantaggio delle donne italiane. Non voglio entrare sulla questione delle liste e nelle dinamiche di un partito; sono stati esercizi dolorosi in ogni partito, ma sarebbe grave se Centemero fosse stata discriminata per questo motivo. Fa bene a voler andare fino in fondo».

(Foto: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)