Boschi
|

Maria Elena Boschi a Bolzano promette di imparare il tedesco

Maria Elena Boschi ha presentato la sua candidatura nel collegio uninominale di Bolzano. La sottosegretaria alla presidenza del Consiglio avrebbe dovuto inagurare la sede del suo comitato elettorale lo scorso venerdì, ma la visita in provincia di Bolzano in qualità di candidata del territorio era stata annullata visto che aveva dovuto presenziare alla direzione nazionale che ha approvato le liste per le elezioni politiche del 2018, convocata per il mattino e finita nella notte del giorno successivo.

 

Maria Elena Boschi a Bolzano promette di imparare il tedesco

Maria Elena Boschi ha giustificato la sua candidatura a Bolzano, un collegio sicuro visto l’accordo tra PD e SVP, il partito dei sudtirolesi di lingua tedesca che governa la provincia germanofona da sempre, come una scelta del partito per «sottolineare il legame con un territorio così importante sullo scacchiere europeo. Nessun collegio è blindato, neanche quello di Bolzano». Dichiarazioni un po’ contorte per smentire l’opinione ricorrente sulla sua corsa in uno dei collegi più favorevoli d’Italia per il PD, ovvero che Renzi le abbia assegnato un seggio blindato distante da Arezzo e dalla Toscana anche per evitare polemiche sul caso banche. Maria Elena Boschi ha sottolineato come anche a Bolzano sia inseguita da una fake news, il suo sostegno alla soppressione delle autonomie speciali, tema fondamentale per il Sudtirolo germanofono,  espresso in una edizione passata dalla Leopolda. Una frase mai detta, ha sottolineato la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio, che ha rimarcato i tanti risultati positivi conseguiti dalla provincia di Bolzano grazie al governo Renzi e Gentiloni, così come alla valorizzazione dell’autonomia speciale, mai messa in discussione neppure dalla revisione costituzionale. Maria Elena Boschi si è detta legata alla provincia autonoma di Bolzano, per cui prova amore e passione, anche grazie alle sue vacanze, oltre che alle attività istituzionali che le hanno permesso di conoscere meglio questa comunità.

LEGGI ANCHE> I GRILLINI CONTRO LA DEPUTATA GIULIA DI VITA, CHE SFOTTE IL M5S PER LA «SELEZIONE FERREA»

La sottosegretaria ha poi ammesso di non parlare tedesco, la lingua più utilizzata nel suo nuovo collegio, ma ha detto che si impegnerà per impararlo, rimarcando in modo ironico come in campagna elettorale si possa usare l’italiano, come riporta l’Alto Adige. Maria Elena Boschi ha anche detto che tutti gli elettori del suo collegio parlano perfettamente l’italiano come il tedesco, ma questo non è vero, visto che in particolare nelle valli del Sudtirolo si parla il dialetto tedesco, e la nostra lingua è molto poco utilizzata da tanti abitanti del luogo.

Foto copertina: ANSA/DANIEL DAL ZENNARO