|

Il libro di Guccini pubblicato senza il testo di Guccini: lui lo scopre alla presentazione

Il 25 gennaio è uscito il libro, della casa editrice Baldini & Castoldi, Vita e morte del brigante Bobini detto “Gnicche”, un fumetto del 1980 scritto dal cantautore Francesco Guccini e disegnato da Francesco Rubino. In copertina figurano i nomi di Guccini e Rubino come autori. Peccato però che dentro non ci siano i loro testi. Gli stessi Rubino e Guccini se ne sono accorti durante la prima presentazione del libro, avvenuta la sera del 24 gennaio alla libreria Feltrinelli di piazza Ravegnana a Bologna.

magnifici malfattori

Nei volumi esposti in libreria per il lancio, c’erano solo le parti scritte del fumettista e giornalista Fausto Vitaliano (più piccolo nella copertina) che ha curato le altre storie di altri leggendari briganti toscani. La parte fulcro, ovvero la Vita e morte del brigante Bobini detto “Gnicche” semplicemente non era presente. Il  Corriere della Sera riporta la rivelazione e lo stupore dei due durante la presentazione. Inizialmente si è pensato a un problema di approvazione delle bozze. Ma non è andata esattamente così:

«È Rubino a svelare, al pubblico e all’amico Francesco, la sorpresa scoperta poco prima di entrare in libreria. «Dopo ti racconto una cosa…», ha detto a Guccini prima d’iniziare le chiacchiere. «Era inutile che lo agitassi prima, tanto valeva farlo ‘in diretta’», spiega Rubino. Non prima di fare una telefonata in casa editrice. «La risposta», racconterà live, «è stata che ci hanno spedito le bozze e che non ricevendo risposta sono andati in stampa». «Ma io non le ho ricevute ‘ste bozze», protesta scherzosamente Guccini, in splendida forma e particolarmente ironico. «Peraltro, le bozze riguardavano solo la parte nuova del libro, cioè i testi di Vitaliano, anche perché era scontato che non ci mandassero la nostra storia a fumetti: quella era il motivo del libro». Invece Baldini + Castoldi è andato in stampa solo con quegli scritti, salvo mantenere i giganteschi nomi in copertina di Guccini e Rubino».

Luca Ussia, responsabile della collana ha poi spiegato al Post come in realtà sia stato mandato in stampa un file contenente un errore, cioè quello senza il fumetto all’interno.