Daniele Capezzone
|

Daniele Capezzone non si ricandida

Daniele Capezzone non ci sta. Il deputato, entrato con Forza Italia e poi finito nel Misto con “Noi con l’Italia” non si ricandida. «Non ci sono le condizioni», spiega in un lungo post su Facebook. «Mi appare impensabile la linea Ppe-Juncker che gran parte del centrodestra sembra purtroppo adottare: errore uguale e contrario ai ribellismi e alle urla di altri», aggiunge.

«Al di là delle mediazioni verbali sui programmi scritti – spiega – infatti, da una parte si rischia di dimenticare cosa avvenne contro l’Italia nel 2011 e la precisa volontà di Berlino e Parigi (perfettamente logica e coerente, dal loro punto di vista) di ridurre l’Ue a un protettorato franco-tedesco; dall’altra, ci si incammina su una strada lepenista che non porta lontano». Capezzone conferma la sua stima verso Raffaele Fitto (che lo ha accolto nel suo gruppo parlamentare).  Una «persona onesta» e «uomo di convinzioni e di princìpi: cose più rare di un quadrifoglio nell’ambiente politico italiano».

«Proseguirò (e sono certo che tanti altri, a partire da Raffaele, vorranno continuare questo lavoro comune, al di là delle scadenze
elettorali) – conclude Capezzone – una semina culturale, anche rispetto ad alcune attività avviate e decise insieme da anni».

La notizia della sua non corsa sta diventando a suo modo virale sui social.

Dani, ci mancherai.