Matteo Salvini su Instagram col libro di Andre Agassi, figlio di un immigrato irregolare

di Andrea Mollica | 23/01/2018

Matteo Salvini

Matteo Salvini ha esaltato il figlio di un immigrato irregolare. Il leader della Lega ha infatti posato su Instragram con una copia di uno libri sportivi più belli degli ultimi anni, Open, la biografia di Andrè Agassi.

Matteo Salvini

Matteo Salvini su Instagram col libro di Andre Agassi, figlio di un immigrato irregolare

Il tennista americano, di origini iraniane, ha vinto ben otto Grandi Slam, in tutti e quattro i tornei più importanti, Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open, ed è considerato uno degli esponenenti più grandi di questo sport, almeno nella sua storia recente. Andrè Agassi ha scritto un libro meraviglioso, Open appunto, in cui racconta quanto sia stato difficile emergere e diventare un tennista così bravo. Matteo Salvini ha preso ad esempio la volontà di Andrè Agassi che caratterizza Open corredando la foto con un messaggio al voto: «Chi non lotta, chi si arrende, chi non vota ha già perso la sua partita. #4marzovotoLega». Prende a modello Agassi è però oltremodo contradditorio per Matteo Salvini. Il tennista americano non solo è un noto simpatizzante dei Democratici, che ha finanziato costantemente negli ultimi decenni sostenendo le campagne di diversi candidati, ma è anche un figlio di un immigrato irregolare. Il primo a notarlo è stato un giornalista, Federico Ferrero, che su Twitter ha ironizzato sulla foto di Matteo Salvini al fianco di Open di Agassi. «Qualcuno dica a Salvini che il padre di Andre Agassi si chiama Emanoul Aghasi ed era un immigrato irregolare iraniano. e di posare quel libro, ché se lo dico a @JRMoehringer viene in Italia lui, a levarglielo dalle mani».

LEGGI ANCHE > DAVIDE BARILLARI DEFINISCE ROBERTO BURIONI UN IGNORANTE, CHE LO BLASTA

Emanoul Aghasi, il cui vero cognome è in realtà Agassian, poi modificato per nascondere le origini armene, era un pugile che aveva garaggiato alle Olimpiadi per l’Iran, prima di rifugiarsi negli Stati Uniti seguendo il fratello. Il figlio Andrè è nato negli Usa, dove ha acquisito la cittadinanza grazie anche allo ius soli contro cui Salvini ha fatto battaglia. Una storia di immigrazione che davvero non si sa cosa possa c’entrare con lo storytelling di Matteo Salvini.