Un autista di un bus di Milano litiga con cinque ragazzi, e accoltella uno di loro | VIDEO

di Redazione | 21/01/2018

Autista Bus

Un autista di un bus, Raffaele A., 56 anni, è stato denunciato per lesioni aggravate per aver accoltellato un adolescente che faceva parte di un gruppo di ragazzi con cui si era scontrato nella serata di venerdì 19 gennaio. Un video ripreso dalla telecamera di sicurezza del bus numero 80 di Milano ha permesso di riprendere la scena che ha preceduto all’accoltellamento. Nel filmato si vede l’uomo, dipendente Atm che non era in servizio durante la lite, discutere con cinque ragazzi in modo molto acceso dopo che gli adolescenti sono appena saliti sul mezzo pubblico alla fermata Rembrandt-Capecelatro, in zona San Siro a Milano.

Un autista di un bus di Milano litiga con cinque ragazzi, e accoltella uno di loro | VIDEO

LEGGI ANCHE > LA RAGAZZINA 15ENNE INCINTA UTILIZZATA COME CORRIERE DELLA DROGA

Raffaele A. sta parlando col conducente, e un paio di ragazzi si scontrano con lui al momento dell’ingresso. Ne nasce un diverbio con ripetuti insulti tra l’uomo e gli adolescenti, che dopo esser andati in fondo al bus vanno verso l’uomo. Il motivo dello scontro appare il ritardo intenzionale al bus causato dai ragazzi per far entrare gli altri amici sul mezzo. La discussione prosegue per un po’ di tempo, fino a quando i cinque giovani escono dal bus 80 per scendere a piazza De Angeli. Il video diffuso dai carabini di Milano riprende in modo distinto il dipendente Atm fuori servizio mentre estrae un coltellino svizzero dal suo marsupio, e lo apre, mentre anch’egli scende dal bus per dirigersi verso i ragazzi con i quali aveva litigato. Le telecamere interne non riprendono la rissa e l’accoltellamento di uno dei ragazzi, ma le testimonianze hanno permesso ai carabinieri di ricostruire la vicenda. Raffaele A. è stato denunciato per lesioni, mentre i giovani con cui si è scontrato non hanno subito alcuna misura giudiziaria.  Il giovane accoltellato è ricoverato all’ospedale Fatebenefratelli di Milano in prognosi riservata: le sue condizioni non sono in pericolo di vita. Anche il dipendente dell’Atm è stato portato all’ospedale per le ferite al volto causate dalla rissa con gli adolescenti. L’uomo ora, oltre a un processo per l’accusa di  lesioni aggravate, rischia un procedimento disciplinare che potrebbe portare al licenziamento.