Nina Moric
|

Nina Moric denuncia minacce continue contro di lei

Nina Moric ha denunciato di esser stata denunciata in un paese della Sardegna. La showgirl croata, attivista di CasaPound, ha condiviso una foto che ritrae una scritta su un muro di un gioco di parole sul suo cognome, “Nina Muoric“. Sotto il nome modificato c’è il simbolo della “A” di anarchia.

Nina Moric denuncia minacce continue contro di lei

Nina Moric ha definito la minaccia la scritta, che potrebbe anche essere una ironia, per quanto antipatica, sul suo cognome. «Hanno provato a farci passare per mostri e non ci sono riusciti, ora è il momento delle minacce continue. Selargius provincia di Cagliari, oggi. Criminali ecco cosa siete». Il mostri si riferisce probabilmente alla descrizione mediatica di CasaPound, movimento di estrema destra composto da diversi esponenti condannati per reati anche piuttosto gravi, il cui leader Simone Di Stefano si definisce un fascista. Con tanto di giustificazioni all’alleanza tra due noti criminali come Benito Mussolini e Adolf Hitler. Il criminali di Nina Moric si riferisce agli autori della scritta. Nessuna rivendicazione è stata fatta per il “Nina Muoric“, che per quanto sgradevole potrebbe anche essere uno sfottò. Imbrattare i muri non è certo un bel gesto, e ovviamente le minacce, quelle vere, sono sempre da condannare perché comportamento sbagliato, oltre che sanzionabile a livello penale.

LEGGI ANCHE > LA POLITICA ESTERA DI CASAPOUND E LA POSSIBILE ANNESSIONE DELLA LIBIA: «FACCIAMO UN PROTETTORATO IN TRIPOLITANIA»

Nei commenti molte persone hanno solidarizzato nei confronti della modella croata, mentre altri hanno preso in giro Nina Moric per una denuncia di minacce che appare, per il momento, non esattamente confermata dalla scritta condivisa. L’attivista di CasaPound ha risposto nei commmenti, rimarcando come  «Chi scrive su un muro commette un reato, chi commette un reato è un criminale. Ti senti chiamata in causa perché lo hai scritto tu? Non capisco». Nina Moric ha dichiarato da diverso tempo la sua affiliazione al movimento di estrema destra CasaPound, di cui è attiva sostenitrice sui social media.