decreto flussi 2018
|

La gaffe sul sito del Viminale: pomodori, spiagge e cocomeri per i migranti economici

Non sta passando inosservata in questi minuti l’immagine utilizzata sul sito del Ministero dell’Interno per parlare del Decreto flussi 2018. Spiagge, cocomeri e raccolte di pomodori queste le immagini proposte per descrivere il provvedimento che permetterà a 30.850 lavoratori non comunitari di lavorare nel nostro paese.

Come se non esistano esperti di informatica, professori, lavoratori del terziario stranieri, non comunitari, che lavorano in Italia. Come se non possa esser rivolto quell’avviso anche ad altre professionalità. L’accesso infatti è previsto «per lavoratori non comunitari subordinati, stagionali e non stagionali, e lavoratori autonomi». L’immagine, che sta interessando diversi utenti sui social, echeggia la piaga del caporalato nel Mezzogiorno dove spesso i lavoratori stranieri (e non) vengono sfruttati nel settore agricolo o negli impianti balneari.