Parlamentarie M5S, spunta l’audio contro Rousseau: «Un manicomio, non sta funzionando»

di Redazione | 17/01/2018

parlamentarie m5s audio

C’è un audio che starebbe circolando in queste ore nelle varie chat 5 stelle. Lo pubblicano Marco Canestrari e Nicola Biondo su Supernova, il blog che prende il nome del libro scritto dall’ex dipendente della Casaleggio e l’ex responsabile della Comunicazione M5S alla Camera. A parlare sarebbe un parlamentare che non risparmia complimenti verso gli errori e i rallentamenti di Rousseau, il sistema che in questo momento sta gestendo le parlamentarie M5S. Il condizionale è di dovere, dato che ancora non si conosce l’identità del denunciante. L’audio sta diventando virale. Intanto in queste ore proseguono i problemi sulla piattaforma e il termine per le votazioni potrebbe slittare.

LEGGI ANCHE > PARLAMENTARIE M5S, SPUNTA ANCHE LA DENUNCIA DELL’ATTIVISTA AI CARABINIERI

L’audio è stato diffuso da alcuni attivisti messinesi.

“Enrico ciao,
scusami sta succedendo un manicomio. Il sistema è andato in tilt, mancano troppi candidati all’appello, addirittura manca anche un candidato senatore uscente. Il sistema non sta funzionando. L’ordine è di non votare per adesso e di aspettare la giornata di domani sperando che il sistema si aggiusti da solo; altrimenti saranno rinviate queste parlamentarie.
E’ una malacumpassa allucinante e io sono… comincio ad essere stanco di tutti questi problemi creati dallo Staff per incompetenze ormai palesi a tutti.
Ti prego di girare questa richiesta di sospensione del voto anche alle persone che tu hai contattato per i clic.
Ti abbraccio, ciao”

Chi è Enrico? Non è chiaro, così come non è risaputa l’identità della persona che sta denunciando le falle. E che è evidentemente imbarazzata. Come molti, dentro il MoVimento. A dimostralo i commenti presenti sul Blog delle Stelle, comenti negativi per i continui problemi sulla piattaforma.

PARLAMENTARIE M5S AUDIO CHOC: IL SENATORE COTTI NON RISULTA SU ROUSSEAU

Intanto il senatore uscente che non risulta candidato sulla piattaforma è Roberto Cotti. Cotti, non figura infatti tra i candidati in Sardegna. Il suo nome non è presente tra quelli dei 194 autocandidati per un posto nel collegio del proporzionale unico a Palazzo Madama.
A meno che non ci sia stato un errore – ha spiegato all’ANSA il coordinatore regionale della campagna elettorale nell’Isola, il sindaco di Assemini Mario Puddu – posso solo ipotizzare che lo staff del capo politico, nel vagliare le autocandidature, abbia fatto le sue valutazioni sulla base di segnalazioni ricevute, anche in riferimento a possibili comportamenti non in linea con la filosofia del movimento, e abbia deciso di conseguenza”. Il diretto interessato, finora, non commenta. Per rispettare le votazioni in corso. Of course