Abbandonata sull’altare per la seconda volta: lo picchia davanti a tutti

di Redazione | 16/01/2018

reggio emilia sposa

Narrano di lei come di una Catwoman. Lo ha aspettato vestita di nero, tacchi a spillo, tra la folla di un centro commerciale a Reggio Emilia. Lei, abbandonata sull’altare per la seconda volta consecutiva, lo aveva perdonato e ci è ricascata. Ma ha reagito.

La storia di Anna la racconta oggi La Nazione. Le urla della non sposina, riabbandonata per la seconda volta, non sono passate inosservate. E sono finite sui media locali. «Hai mandato all’aria ancora il matrimonio. Vergognati. È un disonore», avrebbe gridato davanti a tutti la signorina, dando calci e pugni all’ex. Lui, dopo la figuraccia, se l’è data a gambe. Lei, sicula di 38 anni, ha raccontato al quotidiano la sua storia. Doveva sposarsi con Riccardo (nome di fantasia)  che invece di anni ne ha 30.
«Non si è presentato in Comune per la firma delle pratiche – racconta – Ed è la seconda promessa di matrimonio infranta. Non ci ho più visto e avendo un carattere vulcanico, l’ho colpito. Tra l’altro mi ha fatto ancora di più arrabbiare perché si nascondeva dietro una donna che lavora come addetto alla sicurezza nel plesso commerciale. Ma che uomo è?». «Non gli ho fatto
del male – ha sottolineato – anche perché prima di tutto sono più piccola di lui come stazza e seconda cosa, avendo avuto problemi di salute non ho certo la forza di un pugile. Non sono un mostro, anzi. Sono una persona buona e dolce, ma è stata la rabbia
istintiva del momento. Credo che tante avrebbero reagito così, anzi c’è chi mi ha detto che dovevo dargliene di più. Se fosse successo al sud, forse qualcuno mi avrebbe pure aiutato. In Sicilia è un disonore non presentarsi, lui lo ha fatto due volte».

La ragazza ha dovuto incontrare l’ex per farsi ridare le chiavi di casa e il denaro anticipato per il matrimonio. Anche perché, come racconta La Nazione, era tutto già deciso. La data (il 24 febbraio), le bomboniere, il ristorante. Anna però non si perde d’animo. Anzi, invita a chi avesse assistito alla scena a contattarla tramite il quotidiano. Se qualcuno ha un filmato almeno le rimarrà un ricordo: per riderci amaramente su.

(in copertina un frame della scena di Sex&TheCity, quando anche Carrie fu abbandonata all’altare)