Le accuse di molestie travolgono Franco Zeffirelli, l’attore Schaech: «Tentò di coinvolgermi in un rapporto con sesso orale»

di Redazione | 12/01/2018

molestie Zeffirelli

Come un treno in corsa, le accuse di molestie travolgono uno dei più grandi registi del cinema italiano, Franco Zeffirelli. L’attore Johnathon Schaech, 48 anni, interprete di ruoli in serie tv come Ray Donovan e Quantico ha rivelato un episodio risalente all’epoca del film Storia di una Capinera. Schaech era un giovane attore 22enne: «Con la scusa di insegnarmi, tentò di sedurmi fin dall’inizio – ha rivelato a People -. Mi diceva quanto ero bello, mi raccontava storie incredibili e cosa dovevo fare per essere un grande artista. Capivo che voleva altro da me oltre che essere il suo primo attore».

LEGGI ANCHE > Tutte le Je sui Catherine Deneuve de noantri

MOLESTIE ZEFFIRELLI, LE ACCUSE

Secondo l’attore, Zeffirelli gli avrebbe proposto un rapporto con sesso orale. Le accuse, tuttavia, sono state immediatamente smentite dalla famiglia del regista. Il figlio adottivo di Zeffirelli, Pippo, ha categoricamente rifiutato un’interpretazione del genere e ha anzi contrattaccato sostenendo che Schaech abbia approfittato delle cattive condizioni di salute del regista per mettere in campo le sue accuse.

MOLESTIE ZEFFIRELLI, LA DIFESA DELLA FAMIGLIA DEL REGISTA

«Le sue parole – afferma Pippo Zeffirelli – hanno il sapore di un fumus persecutionis, ma anche di una vera e propria vendetta. Le asserzioni sugli abusi non sono vere. I registi hanno stili diversi e quando hanno a che fare con attori senza esperienze, a volte, sono più esigenti e più pressanti».

La famiglia di Zeffirelli ha avanzato sospetti sulle tempistiche della dichiarazione di Johnathon Schaech, arrivate proprio sull’onda del caso di Harvey Weinstein che ha scosso il mondo di Hollywood. Il racconto dell’attore è stato derubricato a vendetta personale: «A parer mio – ha concluso Pippo Zeffirelli – si tratta di una chiara vendetta nei confronti di Franco Zeffirelli, con la speranza di ottenere quella notorietà che all’inizio il signor Schaech pensava di ottenere, ma che la sua carriera di attore non gli ha mai procurato».