Paola Manchisi e l’amarezza di «Chi l’ha Visto?»: «La sua morte è una nostra sconfitta»

di Redazione | 11/01/2018

paola manchini

«Paola poteva essere salvata, la sua morte è una nostra sconfitta». Con queste parole amare Federica Sciarelli annuncia, durante la puntata di «Chi l’ha Visto?» del 10 gennaio 2018, la morte di Paola Manchisi, 31 anni, che ha lasciato questo mondo tra gli stenti, in condizioni abitative degradanti a Polignano. Il corpo della donna è stato trovato nel suo appartamento, tra immondizia ed escrementi di topo. Questa estate la trasmissione di Rai Tre era riuscita a raggiungere Polignano mettendosi sulle tracce della giovane. La donna non usciva di casa da 14 anni ma purtroppo gli inviati di Chi l’ha Visto? non sono potuti entrare dentro l’abitazione.

guarda il video:

LA TRISTE STORIA DI PAOLA MANCHISI

A segnalare la scomparsa della donna una sua vecchia compagna di scuola. L’inviato della Sciarelli aveva raccolto i pareri dei vicini. Raccontavano delle urla di Paola, del fatto che non uscisse mai mentre il fratello conduceva una vita più che normale. Secondo la famiglia di Paola, ovvero la mamma e la cugina della donna intervistate, quella della Manchisi era una sua scelta di vita. Una scelta su cui non si poteva intervenire. Così come non sono potuti intervenire carabinieri e assistenti sociali.

Eppure Paola aveva condotto una vita normale. Fino a 17 anni, quando improvvisamente decise di interrompere gli studi e non andare più al liceo. Ora i genitori di Paola Manchisi sono indagati per abbandono di persone incapaci. Avrebbero rifiutato per anni i servizi sociali. La donna, quando è stata trovata il sei gennaio all’interno della sua abitazione, pesava meno di 30 chili.