rettore indagato
|

Il rettore indagato per concorsi pilotati viene promosso ai vertici della Sanità

Il rettore indagato per concorsi pilotati viene premiato e promosso ai vertici della Sanità. Si tratta di Giuseppe Novelli, rettore di Tor Vergata, già preside nello stesso ateneo della Facoltà di Medicina e Chirurgia, attualmente oggetto di un’inchiesta su presunte tentata concussione e istigazione alla corruzione e attenzionato dal ministero dell’Università, che potrebbe costituirsi parte civile. Il ministero della Salute ha deciso di nominarlo al Consiglio Superiore della Sanità, il massimo organo di consulenza tecnico scientifica del dicastero attualmente guidato da Beatrice Lorenzin. Ne parla Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.

Il rettore indagato per i concorsi pilotati premiato dal ministero della Sanità

La vicenda giudiziaria nacque dai ricorsi al Tar di due ricercatori, Pierpaolo Sileri di chirurgia generale e Giuliano Grüner di diritto amministrativo, inutilmente candidatisi a «procedure di chiamata come professori associati» da cui erano usciti vincitori il figlio di Ezio Gentileschi, già direttore della scuola di specializzazione in chirurgia generale a Tor Vergata, e l’allievo prediletto del pro rettore vicario dell’università romana Claudio Franchini. I magistrati hanno chiesto il rinvio a giudizio per reati compiuti «abusando della posizione apicale rivestita e dei poteri da essa derivanti». L’udienza preliminare è in programma il prossimo 9 febbraio. Forse Novelli riuscirà a cavarsela. È innocente fino al terzo grado di giudizio. Ma, al di là del profilo penale, ci si interroga se fosse stato opportuno sospendere sua nomina.

(Foto: ANSA / MAURIZIO BRAMBATTI)