dreamer
|

Per Trump niente ruspa. Il programma “dreamer” va avanti

La giustizia americana blocca temporaneamente la decisione dell’amministrazione Trump che voleva cessare le tutele per i Dreamer, le 800 mila persone arrivate negli Stati Uniti da bambini con genitori immigrati illegali. Il giudice distrettuale William Alsup ha accolto la richiesta di fermare l’ordine che incombe sul Deferred Action for Childhood Arrivals almeno fino a quando le varie cause avviate non saranno risolte. Trump, che voleva chiudere il programma per il prossimo 5 marzo, si trova così in difficoltà.

PROGRAMMA DREAMER SALVO: TRUMP IN DIFFICOLTA’

Già a ottobre Alsup aveva richiesto pareri legali in grado di dimostrare l’incostituzionalità del programma, come aveva dichiarato il ministro della Giustizia Jeff Sessions il 5 settembre scorso. Secondo il giudice, in attesa della conclusione del procedimento legale, chiunque beneficiasse al 5 settembre scorso – al momento in cui è stata decisa la conclusione del programma – dello status previsto nel quadro del Daca, è autorizzato a rinnovarlo.

(Credit Image: © Dominique A. Pineiro/Planet Pix via ZUMA Wire)