Fabio Caressa su di giri: «Gli arbitri che non usano il VAR vanno sportivamente decapitati» | VIDEO

di Gianmichele Laino | 09/01/2018

Un’uscita fuori luogo. Sebbene attenuata dall’avverbio «sportivamente». Nel corso di una trasmissione di Sky Sport, commentando le ultime vicende legate al campionato di Serie A, il direttore Fabio Caressa utilizza un’espressione decisamente inopportuna, affermando che «gli arbitri che non usano il VAR vanno sportivamente decapitati».

LEGGI ANCHE > Fabio Caressa e quell’intervista riparatrice del Corriere della Sera

FABIO CARESSA E IL VAR: LA FRASE INCRIMINATA

Il riferimento è a quello che è successo nel corso di Cagliari-Juventus. L’arbitro del match, il signor Gianpaolo Calvarese, non ha utilizzato la moviola in campo e ha negato di fatto un calcio di rigore alla squadra di casa, in seguito al fallo di mano di Federico Bernardeschi. L’episodio ha fatto scatenare un’aspra polemica sull’utilizzo del VAR nel corso delle partite di campionato e, evidentemente, ha irritato particolarmente il giornalista e telecronista Sky.

«Il VAR sbaglia – afferma Caressa – perché ci sono degli arbitri presuntuosi, ai quali è stato detto ‘alla fine decidi tu’, e che hanno preso questa frase come un’investitura regale. Alcuni arbitri pensano ‘io al VAR non ci vado perché sono un figo’. Quindi ci sono degli arbitri intelligenti che capiscono che il VAR è un aiuto e ci sono degli arbitri presuntuosi che vogliono andare per la loro strada».

Alla fine di questo ragionamento, arriva la frase incriminata, con Caressa che parla di «decapitazione» a proposito degli arbitri che non utilizzano il VAR. Una «sanzione» decisamente esagerata per punire gli arbitri, anche se mitigata da uno «sportivamente» che, tuttavia, non si capisce a cosa possa essere riferito.

FABIO CARESSA E IL VAR, IL LIVELLO DELLO SCONTRO

La questione dell’utilizzo del VAR da parte degli arbitri è senz’altro il tema portante in questi giorni di dibattito, con la pausa del campionato sullo sfondo. I toni sono già abbastanza alti, sia nella fazione pro-VAR, sia in quella no-VAR. Innalzare il livello della torcida con frasi come quella utilizzata dal direttore di Sky Sport serve davvero a poco.