civitavecchia
|

Civitavecchia e Barcellona sono un po’ più vicine

Civitavecchia e Barcellona sono un po’ più vicine. O almeno, lo saranno presto. Tutto merito di ‘BClink: Mos For the future’, un progetto europeo che prevede di integrare le catene logistiche dei porti delle due città nell’ambito delle Autostrade del Mare. Ne ha parlato qualche settimana fa l’AdnKronos. La Commissione Ue punta sulle potenzialità dei porti di Civitavecchia e di Barcellona con un progetto che ha un valore complessivo di 21 milioni di euro, con un contributo a fondo perduto di 2,2 milioni di euro per il solo porto di Civitavecchia e di 2,1 milioni di euro per Barcellona.

Il progetto Ue che integra le catene logistiche dei porti di Civitavecchia e Barcellona

Il bando rappresenta una novità assoluta in ambito europeo e prevede la combinazione di sussidi a fondo perduto e finanziamenti, a tassi particolarmente favorevoli, da parte di istituti di credito o istituti finanziari come la Cassa Depositi e Prestiti e la Banca Europea degli Investimenti (nel caso di Civitavecchia). Il progetto ‘BClink: Mos For the future’ è stato selezionato per aver saputo evidenziare il valore aggiunto europeo grazie a servizi e azioni a sostegno della mobilità di persone e merci e ad attività volte a migliorare le prestazioni ambientali. La condizione principale richiesta dall’Unione Europea è che i progetti producano importanti benefici per lo sviluppo delle Autostrade del Mare oltre che di carattere ambientale e sociale, a prescindere dalle valutazioni di carattere strettamente finanziario.

«Desidero ringraziare – è stata una dichiarazione di Francesco Maria di Majo, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, durante una conferenza stampa tenutasi nella sede di Confitarma a Roma – la Commissione europea che ha compreso il valore aggiunto del progetto presentato da questa AdSP, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio e, particolarmente, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che ha sostenuto con convinzione in sede Ue l’importanza del nostro progetto». Il progetto – ha aggiunto – «contribuirà ad efficientare i collegamenti ed incrementare i traffici tra Civitavecchia e Barcellona, grazie anche alla presenza di un armatore come Grimaldi che da anni effettua un servizio regolare di linea tra i due porti del Mediterraneo e con il quale, proprio nei giorni scorsi, abbiamo sottoscritto un Protocollo d’Intesa volto a potenziare la presenza del Gruppo nel nostro porto in una forma più strutturata».

(Immagine di copertina Dpa da archivio Ansa)