“Marione” spiega le offese sessiste a Maria Elena Boschi e Laura Boldrini mettendole in dubbio

di Redazione | 05/01/2018

“Marione”, il nickname del popolare vignettista Mario Improta, è uno dei circa 9 mila candidati alle parlamentarie del Movimento 5 Stelle. “Marione” ha costruito negli ultimi anni un rilevante seguito sui social media, grazie a una satira particolarmente aggressiva, vicina allo stile del “Vaffa” di Beppe Grillo. Mario Improta è grillino sin dal 2007, quando l’allora solo comico e blogger Beppe Grillo lanciò le leggi di iniziativa popolare sul Parlamento pulito con il Vaffa-Day che ha poi dato avvio al Movimento 5 Stelle, e su Facebook come su Twitter ha sempre ben interpretato l’anima più rabbiosa della base M5S.

Marione

Marione spiega gli insulti su Twitter a Laura Boldrini e Maria Elena Boschi

In una intervista a Repubblica di oggi “Marione” spiega che si è candidato alle parlamentarie su richiesta di molti suoi affezionati lettori. «Mi hanno scritto in tanti, vediamo se ce sarò eletto, ma se ce l’ha fatta Romano del PD perché io no?», ironizza Mario Improta nel colloquio con Matteo Pucciarelli.  Il vignettista ha dubbi se potrà proseguire la sua professione in caso di elezione, mentre rimarca come lascerebbe il M5S se ci fosse un’alleanza con PD, Forza Italia e Lega Nord per formare un governo. “Marione“, che rimarca di esser di sinistra, risponde poi in modo bizzarro alle domande relative ai suoi passati tweet contro Laura Boldrini e Maria Elena Boschi.

LEGGI ANCHE > LA IENA GIARRUSSO E IL GIORNALISTA PARAGONE CANDIDATI CON IL M5S? ECCO COSA CI HANNO RISPOSTO

Il vignettista ha sempre usato diversi profili su Twitter, e da uno di essi, ora rimosso, @Mariusmida, erano partiti pesanti insulti rivolti verso la presidente della Camera dei Deputati e l’allora ministra delle Riforme costituzionali. «Non ricordo quei commenti. Potrebbero aver modificato gli screenshot che girano. Non penso quello cose, però sono sincero, non sopporto davvero Boldrini e Boschi». “Marione” si rifugia in una dimenticanza , ipotizza una modifica delle sue affermazioni ma ammette, dopo esserne in qualche modo distanziato, di osteggiare in modo aperto Laura Boldrini e Maria Elena Boschi, che erano state pesantemente insultate dall’account @Mariusmida. Gli screenshot che per “Marione” potrebbero esser stati modificati circolano da diverso tempo su Twitter, e sono stati condivisi con una certa insistenza da account vicini al PD dopo la candidatura di Mario Improta alle parlamentarie M5S. In passato “Marione” aveva negato di esser @Mariusmida, per poi attaccare chi indagava sui suoi vecchi tweet.