Funerale unico per Alex e Luca, il sacerdote: «C’era rispetto per la loro relazione omosessuale»

di Redazione | 04/01/2018

Alex e Luca

Si celebreranno in chiesa, nello stesso giorno e alla stessa ora, i funerali di Alex Ferrari e Luca Bortolaso, i due giovani fidanzati che sono morti martedì scorso a causa delle esalazioni di monossido di carbonio nella casa di montagna di Ferrara di Monte Baldo. Sarà la parrocchia di San Giovanni Battista di Arzignano (provincia di Vicenza) a ospitare la cerimonia, su esplicita richiesta della famiglia.

ALEX E LUCA, LA SCELTA DELLA PARROCCHIA

Il parroco ha spiegato così questa scelta molto umana e molto condivisa all’interno della comunità: «C’è rispetto per quella che stata la loro relazione – ha spiegato don Roberto Castegnaro – non li consideriamo di certo pubblici peccatori. La Chiesa condanna l’omosessualità esibita, io non ho conosciuto direttamente nessuno dei due, ma non mi sembra fosse questo il caso».

Intanto, c’è molta commozione nella cittadina e sui social network per la vicenda occorsa ai due ragazzi. I messaggi di cordoglio si inseguono, uno dopo l’altro. I due erano molto apprezzati e la loro vicenda era molto conosciuta. Uno di loro aveva utilizzato proprio i social network per fare coming out.

ALEX E LUCA, IL MESSAGGIO DI MARCO CARTA

Inoltre, erano entrambi grandi fan del cantante Marco Carta che, su Facebook, ha voluto lanciare un messaggio in ricordo delle due giovani vittime: «Adesso abbiamo una stella in più nel cielo da ammirare. Non dimenticherò mai il tuo sorriso e la tua dolce timidezza. Ciao Luca Cartino❤️ Un grande ciao Alex, anche se non ci conoscevamo».

I due ragazzi stavano trascorrendo qualche giorno di vacanza in montagna, insieme ad altre due amiche che si sono salvate perché dormivano in un’altra stanza. Le temperature nella notte erano diventate molto rigide e, per questo motivo, avevano deciso – oltre al fatto di accendere i termosifoni – di mettere al centro della stanza un secchio pieno di carboni ardenti per riscaldarsi. Si sono così addormentati, tuttavia, senza accorgersi che la camera si stava riempiendo di monossido di carbonio. Il giorno dopo, al risveglio, le loro amiche non hanno potuto fare altro che constatare la loro morte.

(Foto dall’account Facebook di Alex Ferrari)