Logan Paul, il blogger che ha postato il video di un cadavere (e che poi è stato costretto a scusarsi)

di Redazione | 02/01/2018

Logan Paul

Un macabro video di un cadavere, nel bel mezzo di una foresta giapponese. Lo ha filmato e pubblicato Logan Paul, un noto blogger e youtuber statunitense classe 1995 (16 milioni di fan su Facebook e quasi 4 milioni di followers su Twitter), con leggerezza e con superficialità. Le immagini mostrano un corpo senza vita all’interno della foresta giapponese di Aokigahar, vicino al Monte Fuji: il luogo è tristemente famoso perché è stato spesso scelto da persone che avevano deciso di togliersi la vita.

LEGGI ANCHE > Video dell’omicidio su Facebook rimosso dopo due ore

LOGAN PAUL, IL VIDEO DELLE POLEMICHE

Nel video, che lo stesso Logan Paul ha poi rimosso ma che – attraverso i profili di altri utenti del web – è ancora in circolazione, si può vedere lo youtuber insieme ad altri amici mentre stanno facendo quella che sembra un’uscita trekking. Il gruppo, tuttavia, si è imbattuto in un cadavere che viene filmato con tanto di commenti. Tra la sorpresa generale, Logan Paul e gli altri suoi amici ridono e scherzano, con un atteggiamento che in molti hanno definito irrispettoso.

La pubblicazione del video si è rivelata essere un vero e proprio boomerang. Sono piovuti migliaia di messaggi di critica sui segretissimi account social di Logan Paul che, alla fine, lo hanno costretto a scusarsi.

LOGAN PAUL, LE SCUSE SUI SUOI PROFILI SOCIAL

La sua lunga lettera inizia così: «Caro internet, mi dispiace. Non ho mai ricevuto tante critiche come in questo momento, forse perché non avevo mai commesso un errore così grande. Sono un essere umano e posso sbagliare». Il giovane ha proseguito la sua difesa sostenendo che questo video non è stato pubblicato per ottenere maggiori visualizzazioni, ma per sensibilizzare gli utenti di internet sul tema del suicidio.

Certo, la difesa sembra essere piuttosto contorta. E infatti diversi utenti dei social network parlano di definitivo «tramonto» di Logan Paul. Lo stesso attore Aaron Paul ha chiarito, in un tweet di accuse contro lo youtuber, che il suicidio non è un gioco e che non può essere spettacolarizzato come qualsiasi altra cosa di poco conto che si trova su internet.

TAG: Logan Paul